Da riscoprire: la storia di "Caution radiation" degli Area

Da riscoprire: la storia di "Caution radiation" degli Area

“Ragazzi, sono cazzi vostri”. Così il manager e promoter Franco Mamone si rivolgeva agli Area dopo avere ascoltato il loro secondo album “Caution Radiation Area”. Conteneva musica stranissima, che spaziava fra rock, jazz, world music, avanguardia ed elettronica. Aveva una copertina semplice e iconica, con un cartello di pericolo radiazioni e una spilla raffigurante il viso di Marilyn Monroe. Era un disco forte e ambizioso, destinato a durare nel tempo, ma di certo non era di facile ascolto e Mamone lo sapeva. 

 GUARDA LA PAGINA DEDICATA AGLI AREA E PRE-ASCOLTA GLI ALBUM CHE PREFERISCI

L’album d’esordio degli Area, l’esplosivo “Arbeit Macht Frei”, conteneva l’inno “Luglio, agosto, settembre (nero)”, uno spiraglio grazie a cui entrare nel mondo della band. Il secondo disco, pubblicato nel 1974, non offriva facili appigli, né ganci melodici, né effettivamente canzoni vere e proprie. Quel “sono cazzi vostri” poteva essere tranquillamente rivolto anche ai fan degli Area.
Oltre quarant’anni dopo, “Caution Radiation Area” suona ancora come un disco difficile e pieno d’immaginazione.

CONTINUA A LEGGERE LA RECENSIONE DI "CAUTION RADIATION" SUL SITO DI LEGACY​

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.