Morrissey: diffuso l’audio dell’intervista allo Spiegel sull’’effetto Weinstein’. Aveva accusato la testata di non volerlo pubblicare

Morrissey: diffuso l’audio dell’intervista allo Spiegel sull’’effetto Weinstein’. Aveva accusato la testata di non volerlo pubblicare

La testata tedesca Spiegel ha reso pubblico l’audio integrale della conversazione avuta con la voce degli Smiths settimane addietro in merito, in particolare, al suo punto di vista sulle innumerevoli denunce di aggressione sessuale seguite al caso Harvey Weinstein e alla specifica vicenda legata a Kevin Spacey. In quell’occasione, Morrissey aveva espresso opinioni piuttosto critiche nei confronti dell’”effetto Weinstein”, dichiarando che chiunque esprima il suo interesse per un’altra persona rischierebbe ormai di essere accusato di aggressione sessuale, salvo poi fare marcia indietro e incolpare il giornale di aver travisato le sue parole. Nel comunicato, dal titolo “il sistema delle calunnie”, attraverso il quale Moz si scaglia contro lo Spiegel, il cantante critica il rifiuto da parte della testata di diffondere l’audio completo dell’intervista, che da oggi può essere interamente ascoltata qui.

Dalle parole di Morrissey non sembra emergere nulla di diverso rispetto a quanto pubblicato dai colleghi tedeschi. Tolte le osservazioni sui casi di molestie sessuali, delle quali avevamo già riportato diversi stralci, gli unici nuovi dettagli paiono essere relativi al pensiero del cantante britannico sull’identità nazionale e sull’immigrazione. Queste le sue parole:

È molto importante che gli stati conservino la loro identità perché non arriva così facilmente. Milioni di persone sono morte pe l’identità tedesca. Milioni di persone sono morte per l’identità britannica. E se rispetti tutte queste persone e la perdita delle loro vite, allora devi proteggere la tua nazione da una grande estensione.  Non puoi dire che l’identità del tuo paese è niente – non puoi dirlo! – e questo sembra che stia accadendo in Europa.

Poco prima, Morrissey aveva identificato la Germania con “la capitale europea dello stupro”, dicendo che questo “coincide con l’apertura dei confini al flusso non regolato, che è molto scioccante”.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.