'Sono stato abusato da un cantante famoso': la denuncia in un servizio di 'Le Iene' - GUARDA

'Sono stato abusato da un cantante famoso': la denuncia in un servizio di 'Le Iene' - GUARDA

Questa sera, martedì 12 dicembre, durante il programma televisivo "Le Iene" è stato mandato in onda un servizio nel quale un uomo ha raccontato di essere stato vittima, da ragazzino, di abusi da parte di un famoso cantante italiano.

L'uomo, che oggi ha 38 anni, ha raccontato a "Le Iene" che quando aveva 16 anni e lavorava come cameriere in un hotel - che in quel periodo ospitava parecchi personaggi famosi, tra cantanti e attori, tutti lì per partecipare ad un evento, tra luglio e agosto - avrebbe subito un rapporto un rapporto anale da parte di un cantante che, a detta di chi ha realizzato il servizio, "è un volto noto della musica", "davvero famosissimo":

"Facevo la colazione per i vip e gliela portavo in camera. Una persona ha chiamato più volte per il servizio in camera. E ogni volta che gli portavo il servizio in camera cercava un tipo di approccio per poter parlare. Io portavo il caffè e quasi correvo via. Al terzo o quarto caffè mi ha chiesto di fermarmi due secondi. Ha iniziato a farmi delle domande e io come un coglione sono rimasto lì e rispondevo alle sue domande, perché comunque era una persona famosa... Ad un certo punto mi ha detto: 'Sediamoci sul letto'. Mi ha messo la mano sopra la spalla, accarezzandomi. E io mi sono seduto. Ha iniziato ad accarezzarmi la spalla, la schiena, è sceso più giù, nella coscia. Fino a che non mi ha aperto la braghetta dei pantaloni. In quel momento l'ì stavo capendo che lui stava facendo qualcosa che non mi sarebbe piaciuto".

L'uomo ha poi aggiunto:

"Mi ha completamente abbassato i pantaloni, ha tirato fuori il preservativo, mi ha fatto girare e mi ha penetrato. [...] Poi mi ha detto gentilmente di andarmene via, perché stava arrivando la moglie. [...] Si è rivestito e mi ha detto: 'Non ho contanti e non ti posso fare un assegno'. Ho girato le spalle e me ne sono andato".

E ancora:

"Si vedeva che avevo 16 anni, non te l'ho detto io di mettermelo nel c*lo".

L'uomo non ne avrebbe mai parlato e avrebbe deciso di farlo ora, scosso dalle denunce di molestie e abusi sulla scia del "caso Weinstein".

Dall'archivio di Rockol - Dieci gruppi italiani dai quali ci si potrebbe aspettare una reunion
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.