NEWS   |   Industria / 08/12/2017

Dopo quella dei Radiohead arriva la svolta pro-streaming di Thom Yorke: anche i suoi album su Spotify

Dopo quella dei Radiohead arriva la svolta pro-streaming di Thom Yorke: anche i suoi album su Spotify

Dei Radiohead, Thom Yorke pareva il più riottoso a cedere il catalogo del gruppo di Oxford alle piattaforme di streaming: il leader della band di "Kid A", nel 2013, nel togliere il repertorio della sua formazione da Spotify aveva definito la piattaforma guidata da Daniel Ek "l'ultima disperata scoreggia di un corpo in putrefazione". Il ripensamento dei Radiohead, che giusto poco più di un anno fa scelsero di riallacciare i legami con la società svedese prossima alla quotazione in borsa, potrebbero però aver fatto cambiare idea anche all'intransigente cantante e compositore britannico. Da oggi, infatti, tutte le uscite soliste firmate da Yorke sono disponibili all'ascolto su Spotify. Sulle ragioni della svolta è praticamente impossibile fare ipotesi: Pitchfork, che ne ha chiesto conto sia ai portavoce dell'azienda sia al management dell'artista, per il momento non ha ancora ricevuto risposte.

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi