"Rock Therapy": una canzone dalle proprietà distensive. "Come as you are"

"Rock Therapy": una canzone dalle proprietà distensive. "Come as you are"

Dal libro "Rock Therapy" di Massimo Cotto (Marsilio) abbiamo proposto quotidianamente una "pillola" terapeutica: la canzone di oggi ha proprietà distensive.

Come as you are
Nirvana
Nevermind, 1991

Bastano quei 18” di intro, con un riff quasi subacqueo e la batteria che entra discreta ma al tempo stesso minacciosa, a dare la dimensione del capolavoro.
Kurt Cobain, profeta grunge e re triste del nichilismo silenzioso, apre la porta non al mondo, ma a quelli come lui, che non vogliono accettare di essere inquadrati, giudicati, che non sanno piegarsi, che non vogliono arrendersi (Kurt voleva intitolare l’album "Sheep", perché il mondo è pieno di pecore che seguono il pastore). Tutto "Nevermind" è pervaso dalla medesima, meravigliosa ossessione: portare il grunge fuori dalle sabbie mobili dell’hard, dal percorso obbligato del furore sempre e comunque. Cobain era rabbia e tenerezza, distruzione e malinconia, era tutto e il suo contrario.
Con "Come as You Are", che parte su un binario e poi deraglia improvvisa, i Nirvana dicono a chiare lettere che, per loro, il grunge non è solo nichilismo post-punk, ma anche storytelling nervoso su una base folk-rock alla Neil Young. E che un genere, per sopravvivere a se stesso, deve cambiare abito e a volte dare anche l’impressione di tradirsi.
Quando poi vai a vedere, capisci che non è così, non c’è tradimento, solo un passo in avanti verso la gloria di Seattle.

Caricamento video in corso Link

 

Questa, pubblicata per gentile concessione dell'autore e dell'editore, e le schede di altre 333 canzoni terapeutiche sono proposte in "Rock Therapy" di Massimo Cotto, edito da Marsilio.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/iA-_rxFkJIf54XwOFglieWqYSQI=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/rock-therapy.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/iA-_rxFkJIf54XwOFglieWqYSQI=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/rock-therapy.jpg

 

 

Dall'archivio di Rockol - La pietra angolare del grunge: "Nevermind" dei Nirvana
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.