"Rock Therapy": una canzone per curare l'ipertensione. "Anarchy in the UK".

"Rock Therapy": una canzone per curare l'ipertensione. "Anarchy in the UK".

Dal libro "Rock Therapy" di Massimo Cotto (Marsilio) proponiamo settimanalmente una "pillola" terapeutica: la canzone di oggi serve a curare l'ipertensione.

Anarchy in the UK
Sex Pistols
Never Mind the Bollocks, Here’s the Sex Pistols, 1977

A volte bisognerebbe andare a illuminare con i riflettori quelli che non sono mai stati celebrati. Perché, nell’anarchico mondo del punk che faceva brillare Londra nella seconda metà degli anni settanta, attorno a Sex Pistols e Clash, si muovevano altre figure meno note ma non di secondo piano.
Una si chiamava – e ancora si chiama perché vive a Londra con i suoi due figli, anche se non è più un’icona del punk londinese – Soo Lucas, ma per tutti era Soo Catwoman, la «Donna Gatto». Merito di quel taglio di capelli che lei stessa aveva inventato e chiesto di realizzare a un parrucchiere di Ealing, nel 1976: attorno ai lati e dietro alla testa i capelli erano molto corti, quasi in stile skinhead, ma sui lati erano rialzati come creste, in modo che assomigliassero alle orecchie di una gatta. Per completare l’opera, Soo Catwoman colorava i capelli di colore diverso: le orecchie di nero e il resto di bianco. Uno spettacolo. Di teste come la sua non se ne vedeva nessuna a Londra, e dire che in quell’epoca punk, di teste strane ce n’erano molte.
Ma non era solo un fatto di capelli sulla testa. La Donna Gatto si contraddistingueva anche per quello che c’era dentro la testa: un cervello sveglio, agile, inventivo e che non aveva paura di provocare. Persino Johnny Rotten, il cantante dei Sex Pistols solitamente parco di complimenti, la elogiò nella sua autobiografia per la sua abilità, il suo stile e il look coraggioso. Ancora oggi, nonostante gli anni siano passati, come passano per tutti, le sue foto sono popolarissime nell’ambiente punk, per non parlare dei molti documentari e film in cui è apparsa. Solo in un caso ha rifiutato di partecipare: nel film di Julien Temple "The Great Rock ’n’ Roll Swindle", costringendo il regista a sostituirla con l’attrice Judy Croll.
C’è una foto che più di tutte rappresenta per me lo spirito folle e provocatorio di Soo Catwoman: lei è nuda, completamente nuda. Il taglio di capelli è leggendario, il trucco pesante sugli occhi perfetto. Sul petto si è scritta con il pennarello le parole: «Lesson 2». Sotto il seno minuscolo, quasi inesistente, altre parole: «Establish the name Sex Pistols». La foto è splendida e per nulla volgare, nonostante la nudità totale.
«Lezione 2: diffondere il nome Sex Pistols». Ma la lezione 1 qual era?

Questa e altre canzoni che curano l'ipertensione sono proposte in "Rock Therapy".
 

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.