Chrissie Hynde a Milano per il nuovo album dei Pretenders: ‘Dai giovani poche novità’.

Chrissie Hynde a Milano per il nuovo album dei Pretenders: ‘Dai giovani poche novità’.
Chrissie Hynde sbarca a Milano per presentare la nuova fatica del gruppo di cui è per molti versi l’anima e senza dubbio anche il corpo: i Pretenders. Vestita con jeans e maglietta neri, scarpa alta con il tacco (subito eliminata per sedersi sul divano a piedi nudi), zazzera nera d’ordinanza, esordisce con i giornalisti dicendo “Ecco la parte che mi piace di più di questo lavoro: parlare di me”.
Nella conversazione con la stampa spiega il concept della copertina del nuovo album ricordando la sua amicizia con Linda McCartney: “Dopo aver deciso come avremmo fatto l’artwork, mi ha salutato dicendo che sarebbe andata a New York e che ci saremmo riviste dopo due settimane. In realtà non è stato così, e credo che lei già allora sapesse che non le era rimasto molto da vivere. Considero l’idea per la cover di “Viva el amor!” un suo regalo d’addio.” Chrissie parla a raffica, spiega il titolo in spagnolo con l’amore per il suo nuovo marito, colombiano, e passa in rassegna le sue amicizie femminili nel mondo del rock – Sinead O’Connor, Annie Lennox, kd Lang, Shirley Manson, Marianne Faithfull – prima di raccontare la collaborazione con Jeff Beck: “E’ sempre stato il mio guitar hero preferito. Quando è uscito dalla sala dopo aver registrato il suo assolo quasi ci siamo sentiti male per l’emozione. Non stavamo più nella pelle!”. A chi le chiede il perché del motivo per cui molti artisti di grande esperienza continuano a stare in vetta alle charts dice: “E’ ora di finirla con il mito della gioventù a tutti i costi. Noi siamo quelli che hanno cambiato la musica, e per forza di cose la nostra musica continua ad offrire emozioni. E del resto cosa volete che vi dica di interessante un ragazzo di 25 anni?”. Del rapporto con le sue figlie (14 e 16 anni rispettivamente) parla in termini di privacy (“Non voglio dire niente su di loro perché non voglio invadere la loro sfera privata; comunque mi sembrano orgogliose del lavoro che faccio”), ma tiene ben separata la famiglia dal rock: “Credo che buona parte degli uomini che si rifugiano nel lavoro 24 ore su 24 in realtà non abbiano voglia di crescere, mentre le donne, per il fatto stesso di diventare madri, sono costrette a rapportarsi con la vita reale. Per molto tempo non ho voluto suonare dal vivo perché non volevo che le mie figlie fossero costrette a interrompere gli studi, Adesso sono cresciute, e quindi posso tornare a fare concerti”. Ancora vegetariana, ma senza la spinta propulsiva di un tempo (“Era un atteggiamento necessario per mettere la gente a conoscenza di alcune informazioni che erano francamente poco diffuse. Adesso tutti sanno quali rischi si corrono a mangiare carne, e se decidono di continuare a farlo, non posso che rispettare la loro scelta”), la Hynde si conferma una personalità rock affascinante e potente, e non a caso viene indicata da diverse artiste (Shirley Manson dei Garbage innanzitutto) come un punto di riferimento importante per la storia di questa musica al femminile. Per leggere la trascrizione integrale della conferenza stampa vi rimandiamo allo spazio interviste di Rockol a partire da sabato 29 maggio.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.