NEWS   |   Pop/Rock / 03/12/2017

Sia bloccata all'aeroporto per il maltempo: prende la macchina e si fa tredici ore di viaggio pur di non annullare il concerto

Sia bloccata all'aeroporto per il maltempo: prende la macchina e si fa tredici ore di viaggio pur di non annullare il concerto

Cosa succede quando l'aereo che ti dovrebbe portare nella città in cui dovresti fare un concerto non può decollare e quasi 900 chilometri dividono il posto in cui ti trovi da quello dove dovresti arrivare? Cancelli il concerto? A Sia questa opzione non è piaciuta. Così, piuttosto che annullare all'ultimo minuto l'esibizione, ha preferito prendere una macchina e guidare per ben tredici ore.

È successo nella giornata di ieri, sabato 2 dicembre. La voce di "Chandelier" si trovava a Melbourne e doveva raggiungere Sydney, dove avrebbe dovuto esibirsi. Sia non è riuscita a prendere un aereo, perché i voli erano bloccati a causa del maltempo. Anziché cancellare il concerto che avrebbe dovuto tenere all'Allianz Stadium di Sydney, però, la cantante ha deciso di spostarsi in macchina da una città all'altra.

Di tanto in tanto Sia ha aggiornato i suoi fan, scrivendogli su Twitter: ha anche raccontato di aver bucato e che per lo spavento le è venuto un attacco di diarrea.

"Potrei fare cinque minuti di ritardo. Non abbiamo potuto prendere l'aereo a causa del maltempo, così è da tredici ore che stiamo in macchina. Abbiamo anche bucato una gomma e mi è venuta la diarrea. Abbiate pazienza, ragazzi".

"Mancano quattro minuti all'arrivo. Sono pronta e già vestita", ha scritto poco prima di arrivare: alla fine ce l'ha fatta.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi