Billy Bragg: le battaglie dell'alfiere del folk che volle (e vuole ancora) cambiare il mondo (1 / 11)

Billy Bragg: le battaglie dell'alfiere del folk che volle (e vuole ancora) cambiare il mondo

Inutile negarlo: la militanza e l'impegno sociale sono le foglie di fico migliori dietro le quali nascondere la mancanza di ispirazione e talento. Schermata dal paravento di un'idea nobile qualsiasi porcheria, più o meno forzatamente, trova una seppur vaga raison d'être. Ecco perché, oggi più che mai, è importante che chi scelga di percorrere i sentieri della canzone impegnata abbia ben presente l'esempio di Billy Bragg: outsider da sempre, più per vocazione che per scelta, il cantautore di Barking non ha mai cercato nella sua condotta engagé il giusto volano per dare sprint alla sua carriera di artista. Semmai, è stato il contrario: prima che i social rendessero virale un nome in virtù di una presa di posizione, Bragg è stato mirabilmente corretto nel far coincidere il suo percorso artistico al suo piano di guerra contro le iniquità del mondo che lo circondava, e che ancora oggi lo circonda.

Fiero epigono di giganti come Guthrie e Dylan, Bragg è sempre stato nient'altro che un cantautore militante, magari ingenuo, ma sempre lucido e coerente nel muoversi tra attualità e traduzione della stessa in note e parole: dalle miniere di carbone dello Yorkshire della metà degli anni Ottanta alle nuove sfide su scala globale lanciate ai pezzi grossi del Web, Bragg ha sempre saputo subito le parti di chi prendere. Gli si potrà contestare di essere un idealista, un Don Chisciotte, e forse persino di essere prevedibile, ma di certo - alla voce "Talking with the Taxman about Poetry" - nessuno potrà mai rinfacciare di essere stato (perdonate il francese) un paraculo.

Per celebrare il suo 62esimo compleanno abbiamo pensato di raccogliere dieci tra le battaglie sociali che negli anni hanno impegnato Billy Bragg. Augurandogli di combatterne mille altre, tanto - per la piega che sta prendendo la situazione - di spunti non dovrebbe fare fatica a trovarne. Buona lettura!

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.