Quella volta che i Foo Fighters rovesciarono 200 chili di spaghetti su Chad Smith dei Red Hot Chili Peppers

Quella volta che i Foo Fighters rovesciarono 200 chili di spaghetti su Chad Smith dei Red Hot Chili Peppers

Il racconto è arrivato dalla vittima dello scherzo, il batterista dei Red Hot Chili Peppers Chad Smith. Tutto ebbe inizio - come ha raccontato Smith nella serie di video di Rolling Stone “The First Time” - quando il suo gruppo e i Foo Fighters, nel 1999, erano in tour insieme in Nord America. Il batterista della band di “Californication” e quello dei Foos Taylor Hawkins iniziarono a familiarizzare e a escogitare alcuni scherzi. Se qualcuno doveva iniziare, quello è stato Chad Smith, che ha posizionato carichi di M&Ms e popcorn sopra al batterista, lasciando che gli cadessero addosso mentre suonava. “Non c’era niente di pericoloso, come coltelli o cose del genere”, ci tiene a specificare Smith. Sapeva che il momento della vendetta sarebbe arrivato e Hawkins ha scelto la fine del tour per consumarla.

Il batterista della band di Anthony Kiedis ricorda che, durante un concerto, stava suonando sul suo sgabello quando iniziarono a piovergli addosso palline da ping-pong, lustrini – “era ok, ma era strano”. Poi, la cascata si interrompe: “Ok, fico”, pensa Smith. Ma dopo qualche istante, più di 220 chili di spaghetti si abbattono su di lui:

Era come se fossero stati serpenti che ti cadevano addosso, per molto tempo. Non smetteva, erano sopra a tutta la batteria…mi hanno preso proprio bene. Ho finito a stento la canzone e sono scappato via ad affrontare Dave [Grohl].

Smith conclude così la sua storia: “Taylor è il padrino di uno dei miei ragazzi. Povero ragazzo…”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
JIMI HENDRIX
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.