Guarda i Maroon 5 suonare in incognito nella metropolitana di New York - VIDEO

Guarda i Maroon 5 suonare in incognito nella metropolitana di New York - VIDEO

Adam Levine e compagni si sono recati a sorpresa nella metropolitana di New York dove, strumenti alla mano, con cappelli, finte barbe e grossi occhiali da sole hanno suonato  “Crazy Little Thing Called Love” dei Queen e “Sugar” dal loro quinto album in studio “V”. Insieme ai Maroon 5, dietro al tamburello, l’artefice dello scherzo: Jimmy Fallon, l’anima del Tonight Show, che ha organizzato la performance.

Non è la prima volta che lo show di Fallon spinge gli artisti a improvvisarsi buskers tra il pubblico nello stupore generale.

L’ultimo disco della band, “Red Pill Blues”, prodotto con J. Kash, è uscito lo scorso 3 novembre, dopo tre anni dal precedente. La band inizierà a portare l’album in tour attraverso il Nord America nel mese di dicembre.

Ecco il video dell'esibizione:

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.