I tweet omofobi di Tommy Lee (Mötley Crüe) sugli American Music Awards

I tweet omofobi di Tommy Lee (Mötley Crüe) sugli American Music Awards

L’eccentrico batterista dei Mötley Crüe Tommy Lee non sembra aver gradito troppo la cerimonia di assegnazione degli American Music Awards della notte passata. Il suo profilo Twitter si è affollato di cinguettii al riguardo, nei quali Lee ha utilizzato un linguaggio offensivo e omofobo nel commentare l’evento, giustificandosi twittando che lui stava solo “dicendo quello che tutti sono troppo spaventati di dire”. Tra le uscite, Lee ha scritto che con “AMAs si intende GAYmas”, per poi infuriarsi con i “succhiacazzi che stanno cercando di hackerare il mio ID Apple”.

Per quanto il già Mötley Crüe, tra i padrini del Glam metal, si sia già reso protagonista in paasato di diversi interventi offensivi, e a volte violenti, non è da dare completamente per scontato che in questo caso l’account ufficiale che lo rappresenta sia stato effettivamente utilizzato da lui, considerando che sono frequenti i casi di hackeraggio di profili di personaggi pubblici.

Di seguito riportiamo alcuni dei tweet di Tommy Lee:

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.