SIAE lancia Italia Music Export, l'ufficio italiano per promuovere la musica italiana all’estero

SIAE lancia Italia Music Export, l'ufficio italiano per promuovere la musica italiana all’estero

La Società Italia Autori ed Editori ha annunciato oggi, martedì 14 novembre, il lancio di Italia Music Export, ente creato per supportare la diffusione della musica italiana oltre all'estero e sostenere le aziende che operano in questo settore. L’ufficio sosterrà l’export della musica nazionale attraverso una piattaforma di networking bilingue (italiano e inglese), un supporto economico per valorizzare i talenti italiani all’estero, eventi di formazione per gli operatori dell’industria musicale italiana e il presidio attento e costante di tutte le occasioni di visibilità. Alla direzione di Italia Music Export - che avrà sede presso gli uffici SIAE di Foro Buonaparte, a Milano - è stata chiamata Nur Al Habash, già direttrice di Rockit.

“L’Italia Music Export ha come obiettivo quello di restituire alla musica italiana una rilevanza internazionale e diffondere un’idea di Made in Italy che parli la lingua della contemporaneità e che sia in grado di definire un’immagine nuova della creatività musicale del nostro Paese", ha commentato Filippo Sugar, Presidente di SIAE: "Come Società Italiana degli Autori ed Editori crediamo molto in questo progetto e ci siamo fatti parte attiva per poterlo rendere operativo. L’export office rappresenta infatti la prima concreta iniziativa per dare un supporto istituzionale alla promozione e alla visibilità della nostra musica all’estero. Finora, anche a livello economico, gli sforzi in tal senso sono stati a carico dei singoli artisti, etichette, management e agenzie di booking, con il risultato che il nostro Paese non ha lo spazio che merita nella cartina geografica della musica mondiale”.

“Per gli autori e gli artisti italiani gli showcase festival internazionali sono un’ottima opportunità di relazionarsi con un pubblico di professionisti stranieri. Per questo, l’Italia Music Export sosterrà una parte delle spese degli artisti selezionati per esibirsi a questi eventi con l’obiettivo di attrarre l’interesse di potenziali partner commerciali e diffondere la nuova musica italiana nel mondo”, ha fatto eco a Sugar Nur Al Habash, responsabile dell’Italia Music Export.

Il sito dell'ufficio, www.italiamusicexport.com, è già attivo in due sezioni: una in inglese, dedicata a un pubblico internazionale, con schede informative di artisti e aziende operanti nel music business italiano, un magazine sulla musica tricolore e una panoramica del settore musicale in Italia con report e statistiche; playlist curate per fornire un percorso guidato alla conoscenza della musica made in Italy, e una in italiano, battezzata "Area Italia", con notizie sul music business internazionale e strumenti per i professionisti italiani, informazioni su corsi e finanziamenti per l’export.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.