Una cover di 'Golden slumbers' dei Beatles, un mostro chiamato Moz e uno spot strappalacrime - VIDEO

Una cover di 'Golden slumbers' dei Beatles, un mostro chiamato Moz e uno spot strappalacrime - VIDEO

Guy Garvey, cantautore britannico noto ai più per essere il frontman degli Elbow, ha inciso una cover di "Golden slumbers" dei Beatles - uno dei pezzi presenti sul lato b di "Abbey Road" - per una pubblicità.

La pubblicità in questione è lo spot di Natale dei grandi magazzini John Lewis di Londra, una delle istituzioni della capitale del Regno Unito.

Lo spot racconta la storia di un bambino che ha paura di dormire con la luce spenta e che scopre che sotto il suo letto si nasconde un mostro. La strana creatura si chiama Moz (che, curiosamente, è il soprannome di Morrissey), ma non è uno di quei mostri cattivi da film horror, non mangia bambini: è simpatico e tenero e il piccolo passa le notti giocando e scherzando insieme a lui.

Di giorno, però, il bambino crolla per la stanchezza e non riesce proprio a tenersi in piedi: si addormenta dal parrucchiere, si addormenta mentre gioca a pallone (fa il portiere e si appisola addosso al palo della porta), si addormenta quando disegna insieme alla sorella. Alla fine, il mostro Moz capisce che la loro amicizia non può andare avanti e un giorno se ne va, scompare, non prima di farsi venire in mente una bella idea: fa trovare al bambino sotto l'albero di Natale una lampada che, quando viene accesa, proietta stelle sulle pareti della cameretta del bambino, che così può addormentarsi senza avere più paura del buio.

Guarda il video dello spot:

In passato erano state scelte come canzoni dello spot di Natale dei grandi magazzini John Lewis "Half the World away" degli Oasis e "Your song" di Elton John.
La cover di "Golden slumbers" di Guy Garvey degli Elbow sarà contenuta in un "best of" della band in uscita il prossimo 24 novembre.

Scheda artista Tour&Concerti Testi
PROG ITALIANO
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.