Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 11/01/2005

Warner, Sony BMG: in corsa per Wall Street

Warner, Sony BMG: in corsa per Wall Street
Stando a quanto si mormora negli ambienti finanziari internazionali, il collocamento in Borsa è un traguardo sempre più vicino per le due major discografiche emerse dalle fusioni e dai passaggi di mano dell’ultimo anno. Il gruppo Warner Music, che i “rumours” da tempo danno prossimo al debutto a Wall Street (vedi News), ha emesso appena prima di Natale altri 700 milioni di dollari in obbligazioni, destinate a saldare i sospesi con gli investitori istituzionali (tra cui Thomas H. Lee Partners) che finanziarono l’acquisizione della società da parte di Edgar Bronfman Jr.: l’operazione, secondo gli analisti, avrebbe appunto tra i suoi scopi quello di aprire la porta a nuovi azionisti reclutati sui mercati finanziari.
Intanto, secondo il Los Angeles Times, anche il capo di Sony Corp. Sir Howard Stringer avrebbe in progetto uno “spin off” che separerebbe il core business della holding nipponica, l’elettronica di consumo, dagli interessi nel settore musicale e cinematografico, Sony Pictures Entertainmen, MGM e Sony BMG, che diverrebbero a loro volta oggetto di una IPO in Borsa: manovra, quest’ultima, che risulterebbe gradita anche alla tedesca Bertelsmann, partner in Sony BMG e intenzionata (sempre secondo il quotidiano californiano) a ridurre la sua quota nella joint venture riconvertendo in liquidità una parte dell’investimento iniziale di capitale.