Liam Gallagher sui 'casi Weinstein' nella discografia: 'Quegli stronzi là in cima ci sono sempre stati. Adesso fare pulizia'

Liam Gallagher sui 'casi Weinstein' nella discografia: 'Quegli stronzi là in cima ci sono sempre stati. Adesso fare pulizia'

Benché non ancora resi espliciti come nel mondo del cinema, dove il caso sollevato dalle denunce di molestie sessuali a carico del produttore Harvey Weinstein ha scoperchiato il vaso di Pandora sul comportamento improprio dei big di Hollywood, l'industria discografica non è certo immune dalla pratica odiosa dello scambio di favori sessuali per beneficiare di avanzamenti in carriera. Ne è certo l'ex frontman degli Oasis, che tuttavia - nel corso di un'intervista rilasciata a Fault Magazine - ha ammesso di non aver mai avuto modo di essere testimone oculare di episodi deprecabili.

"Lo sappiamo che ci sono. Quei piccoli e sfuggenti stronzi che stanno seduti lassù, ai piani alti. E non parlo di uomini e donne, ma solo di uomini. Sapete che certe cose sono successe con tutte queste pop band - io ho sentito delle voci sui Take That, per esempio - ma non sono mai stato testimone di nulla di tutto ciò", ha spiegato Liam Gallagher: "Nessuno ci ha mai avvicinato, noi vivevamo nella nostra bolla, e non frequentavamo i tizi delle case discografiche. Andavamo alle cerimonie a ritirare i premi e loro erano lì, ma noi facevamo quello che dovevamo fare standocene per i fatti nostri. E così facendo non abbiamo certo visto certa merda".

Il minore dei fratelli Gallagher auspica che l'industria discografica riesca a sviluppare da sola gli anticorpi in grado di immunizzarla da eventuali futuri "casi Weinstein": "Ovviamente serve liberarsi di quei pezzi di merda", ha riflettuto il cantante, "Se tutti si occupassero delle proprie stronzate tutti starebbero meglio. Tutti devono curarsi dei cazzi propri".

Dall'archivio di Rockol - I migliori tweet di Liam Gallagher
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.