I Leprous tornano con “Malina”, ed il prog-metal norvegese approda live al Magnolia

I Leprous tornano con “Malina”, ed il prog-metal norvegese approda live al Magnolia

Da 16 anni il gruppo di Einar Solberg (voce, tastiera) e Tor Oddmund Suhrke (chitarra, cori) percorre la strada della ricerca di sintesi tra rock progressivo e metal: non trascura d’immetterci atmosfere dark e pieni orchestrali, proprio come concezione, impensabili al momento della nascita nel 2001 (ovviamente la presenza del violoncello accentua questa sensazione).

I Leprous ormai hanno molti ammiratori anche in Italia, frutto anche dell’ottima performance tenuta al 2Days Prog + 1 di Veruno nel 2014, ormai uno dei festival rock più popolari in Europa, e del tour del 2015. Il 13 novembre, durante i tanti concerti europei di promozione dell’album “Malina”, la band suonerà al Club Magnolia di Milano per l’unica data italiana.

Lo stile si è evoluto alla ricerca di una perfezione impossibile ma perseguibile, dove l’eleganza non spegne certo la forza delle proposte - la serietà e la passione con cui eseguono i brani ben si sposano alle camicie  grigie, rigorosamente abbottonate, che non li fanno certo assomigliare alle tante rockstar in giro per il mondo. Le tastiere, i pochi suoni elettronici, le chitarre elettriche e acustiche (capaci di riff pesanti e arpeggi delicatissimi, anche se radi), una voce particolarmente espressiva, capace di entrare nelle pieghe emozionali di ogni brano, rendono “Malina” un lavoro decisamente eccellente nel panorama attuale. Ovviamente non c’è nessuna concessione all’ammorbidimento del suono che rimane radicalmente heavy pure nei momenti più pacati, anche se è innegabile che questo è il lavoro più accessibile della loro carriera, ma è solo un tentativo di allargare il suono e non la ricerca del pubblico snaturando le proprie proposte.

Molto omogeneo come tessuto complessivo, non lascia molti scalini audio tra un brano e l’altro, come se fosse un racconto continuo. Numerosi i capitoli convincenti di “Malina”: “Illuminate”, “Stuck”, “Bonneville”, “From The Flame”, “Captive”, “Mirage”, “Coma”, “The Weight Of Disaster”, “The Last Milestone”… 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.