Miliardari, anche nell'Aldilà: chi sono le star scomparse che hanno guadagnato di più del 2017 (1 / 7)

Miliardari, anche nell'Aldilà: chi sono le star scomparse che hanno guadagnato di più del 2017

Halloween non c'entra, anche se la coincidenza fa sorridere: Forbes, testata americana che quantifica annualmente le ricchezze dei personaggi più in vista sui panorami cinematrografico, sportivo e musicale mondiali, anche per il 2017 ha stilato - e reso nota propria oggi, martedì 31 ottobre - la classifica dei personaggi dello spettacolo che nonostante siano passati a miglior vita in soli dodici mesi hanno accumulato ricchezze che al 99% della popolazione mondiale non basterebbero tre vite per accumulare. Ecco, nelle pagine che seguono, in ordine crescente, le personalità musicali presenti della top ten dei defunti più ricchi del 2017 stilata da Forbes.

Fuori dalle prime dieci posizioni, sull'undicesima piazza, troviamo David Bowie, i cui asset, nel corso dell'anno avviato ormai alla conclusione, hanno fruttato agli eredi la bellezza di 9 milioni e 500mila dollari..

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.