80 anni fa nasceva J.J. Cale: le 10 migliori cover di Clapton, Lynyrd Skynyrd, Santana, Beck, Jerry Garcia e altri (1 / 11)

80 anni fa nasceva J.J. Cale: le 10 migliori cover di Clapton, Lynyrd Skynyrd, Santana, Beck, Jerry Garcia e altri

"Sono sempre stato un tipo da seconda linea. Mi è servito un po' di tempo per venire a patti col fatto che la gente mi stesse guardando, perché ho sempre voluto essere parte di uno show, ma non essere io, lo show" (J.J. Cale)

La retorica dell'"artista suo malgrado" è diventata fastidiosa, specie negli ultimi anni, quando una partecipazione alle selezioni di un talent show e una canzone su Spotify sono bastate a far sviluppare a tanti signori nessuno una particolarissima allergia alla luce dei riflettori, da esibire regolarmente a favore di telecamera. Per lui, va da sé, il discorso è diverso.

Nato e cresciuto nel cuore dell'America della quale al di fuori dell'America non si parla - in Oklahoma - J.J. Cale è stato uno dei tesori meglio nascosti del blues e del rock a stelle e strisce: idolatrato da colossi come Eric Clapton e Neil Young, la sua voce unica e il suo inimitabile stile alla chitarra l'hanno reso una delle figure più rilevanti sul panorama musicale occidentale. Eppure, nonostante la fama, il successo e il rispetto, a Cale la sua condizione di genio è sempre stata scomoda. Chiamatela, se vi piace, integrità: la voce di "Crazy Mama" sapeva benissimo a cosa stava andando incontro, a rifiutare comparsate televisive per colpa del playback impostogli dalla produzione, a vivere senza il telefono e a chiedere la risoluzione di un contratto a una major. Eppure lo fece, anche a costo (o pur di) lasciare questa terra come aveva sempre desiderato di vivere: lontano dai riflettori.

Per celebrare quello che sarebbe stato il suo ottantesimo compleanno, che avremmo celebrato oggi, 5 dicembre, abbiamo scelto dieci cover di classici di J.J. Cale eseguiti da illustrissimi colleghi come - oltre allo stesso Slowhand - Lynyrd Skynyrd, Santana, Beck, Jerry Garcia e molti altri. Perché la luce dei riflettori la si può anche evitare, ma la gloria - specie se si è stati benedetti da un talento pressoché immenso - no. Buon ascolto!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.