Frank Zappa ci manca da 25 anni: 'Non me ne frega un cazzo se si ricorderanno di me' (1 / 11)

Frank Zappa ci manca da 25 anni: 'Non me ne frega un cazzo se si ricorderanno di me'

Capita spesso che per dare la misura del genio di qualcuno - uno scienziato, un pittore, e perché no un musicista - i risultati ottenuti nell'ambito professionale che si è scelto non bastino. Perché un genio è innanzitutto un genio, prima ancora che uno scienziato, un pittore o un musicista, cioè una persona con una sensibilità e un'intelligenza speciale, che prescinde quella che è - o è stata - l'attività che l'ha reso famoso.

Frank Zappa non solo è stato uno dei musicisti più colti, folli, talentuosi e preparati che abbia mai calcato il panorama popular, ma anche uno dei più lucidi e acuti osservatori del mondo che lo circondava, capace di cogliere i paradossi che nessuno riusciva a cogliere pur essendo sotto gli occhi di tutti e di scherzarci sopra. Ecco perché di questo artista, nato il 21 dicembre 1940 e morto il 4 dicembre 1993, piuttosto che la sua musica - impossibile da incasellare in una seppur ampia e dettagliata playlist - abbiamo scelto di offrirvi una selezione delle sue dichiarazioni più celebri: dalla dissacrazione della musica colta (o supposta tale), della quale la critica l'aveva eletto alfiere, alle rasoiate su politica e religione, passando per la vita di tutti i giorni, il compositore di Baltimora già leader dei Mothers Of Invention è stato capace meglio di chiunque altro di dipingere, con poche pennellate ma tutte al posto giusto, il finire di quel secolo del quale oggi stiamo raccogliendo i pezzi.

Lui, come avrete letto del titolo, della sua eredità non si è certo preoccupato, ma noi sì, perché Dio solo sa quanto - oggi - avremmo bisogno di un'irriverenza intelligente e di una naturalezza nella genialità come quelle che aveva dimostrato lui. Ecco perché ci manca, e perché non smetteremo mai di aspettare l'arrivo di qualcuno che, anche da lontano, ce lo ricordi. Buona lettura...

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.