Oltre il politicamente scorretto: come Ted Nugent è riuscito a offendere il mondo (in 11 episodi) (1 / 12)

Oltre il politicamente scorretto: come Ted Nugent è riuscito a offendere il mondo (in 11 episodi)

Ted Nugent è uno che fa più rumore quando apre la bocca di quando attacca la sua chitarra a un muro di Marshall, ma per i motivi più sbagliati: il chitarrista, cantante e autore di Detroit se ha un'opinione proprio non riesce a comunicarla al mondo intero, e - fin qui - niente di male. Il problema, scorrendo le cronache degli ultimi vent'anni, è che pare che non esista un'opinione di Ted Nugent che non offenda qualcuno.

Donne, omosessuali, animalisti, minoranze etniche, comunità religiose e - più in generale - chiunque non sia un maschio bianco eterosessuale onnivoro convintamente repubblicano e non obiettore di coscienza di nazionalità statunitense sono finiti almeno una volta nel suo - fortunatamente metaforico - mirino: la stampa, va da sé, ci è andata a nozze, e le sparate - mai termine fu più appropriato - della voce di "Weekend Warriors" negli anni sono diventate una parentesi comica ben prima che i social network dessero la stura agli ormai tristemente noti sfoggi di hate speech che oggi riempiono le cronache.

Per celebrare il suo settantesimo compleanno senza prenderlo troppo sul serio - anche se, pure volendo, non avremmo idea di come fare - abbiamo raccolto le dieci uscite più improvvide e offensive che Nugent sia riuscito a collezionare negli ultimi due decenni. Quasi sicuramente ne avrà anche per voi, ma non prendetevela: una risata, metaforicamente, lo seppellirà. E se nemmeno una lettura ironica delle sue gesta riuscirà a farvi digerire il personaggio, provate a cercare il suo nome su Google: vi renderete conto che a far parlare di lui sono praticamente solo le stronzate che ha detto. Giudicate voi se, per uno che da cinquant'anni a questa parte di lavoro fa il musicista, sia o non sia la condanna peggiore. Buona (si fa per dire) lettura...

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.