Sillumina, musicalmente parlando: tutto sul bando ‘Nuove opere’ - SIAE Faq, episodio 27

Sillumina, musicalmente parlando: tutto sul bando ‘Nuove opere’ - SIAE Faq, episodio 27

Detto che cosa sia Sillumina sia ormai chiaro a tutti – ne abbiamo parlato qui e qui – molti dei nostri lettori impegnati in attività creative ci hanno manifestato il desiderio di approfondire gli aspetti più squisitamente musicali dell’iniziativa targata Siae che, grazie ai fondi raccolti con l’equo compenso sulla copia privata, finanzia e promuove le attività artistiche e culturali degli under 35.

Nello specifico, particolare attenzione è stata dimostrata nei confronti del bando “Nuove opere”: molti giovani musicisti hanno nel cassetto, o più probabilmente nell’hard disc, un lavoro pronto per essere diffuso e vista la situazione attuale – con gli attori tradizionali della filiera discografica costretti a fare i conti con coperte sempre più corte – l’idea che un aiuto possa arrivare da un’istituzione super partes come SIAE ha sicuramente stimolato la curiosità di molti. Che, nella quasi totalità dei casi, ci hanno domandato…

A chi si rivolge il bando "Nuove opere"?

Il secondo bando di Sillumina, “Nuove opere”, finanzia progetti volti alla realizzazione e promozione di nuove opere di giovani autori, artisti, interpreti ed esecutori attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto. In particolare, sono ammessi al bando progetti di produzione di opere a carattere inedito.

In parole povere, e come è giusto che sia, la corsia preferenziale è per i creativi: sono incetivati i giovani compositori. Se rientrate nella categoria, vi starete chiedendo…

A quanto ammonta il budget della sezione "Musica"?

Le risorse finanziarie stanziate per il secondo bando ammontano complessivamente a 1.855.000 euro: queste risorse sono ripartite per i sei settori artistici Arti Visive, Performative e Multimediali, Cinema, Danza, Libro e Lettura, Musica e Teatro. Per la musica sono disponibili 690.000 euro. Per ogni progetto il contributo massimo è di 20.000 euro.

Il contributo di 20mila euro è “massimo”, quindi, nel caso il vostro progetto venga selezionato, l’ammontare del finanziamento potrebbe anche essere inferiore. Nel caso, non disperate, e sappiate che le registrazioni di “Bleach”, il primo album dei Nirvana, costarono solo 600 dollari. Detto ciò…

Che tipo di progetti musicali è possibile candidare per il bando Sillumina dedicato alle “Nuove Opere”?

Sono ammesse nuove produzioni discografiche che contengano brani mai pubblicati né in Italia né all’estero il cui contenuto è eseguito, interpretato o composto da un artista under 36, residente in Italia. Sono incluse anche le band purché almeno l’80% dei componenti abbiamo non più di 35 anni e risieda in Italia. La nuova produzione discografica deve inoltre essere superiore ai 30 minuti e stampata e distribuita in almeno 2.000 copie e/o pubblicata su una piattaforma digitale oltre che accompagnata da un piano di comunicazione e promozione.

Ultimo aspetto, ma fondamentale…

Quali requisiti professionali sono necessari per candidare un progetto al bando Sillumina "Nuove Opere"?

I proponenti devono svolgere attività professionale di produzione e/o edizione e/o distribuzione discografica ed essere titolari di almeno 6 produzioni discografiche, pubblicate nel triennio 2014-2016. In fase di presentazione della domanda di partecipazione è necessario infatti documentare le produzioni con una copia delle copertine di ciascuna e inviare almeno due brani musicali (anche “provini”) dell’artista che intendono proporre nel progetto di nuova produzione discografica candidato a Sillumina.

Con questo provvedimento, il bando si mette in sicurezza da tentativi di speculazione, riservando le proprie attenzioni a soggetti motivati e dall’acclarata attività nell’ambito musicale.

 

Leggi tutte le SIAE Faq qui.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.