Terry Richardson scaricato dal gruppo Condé Nast (e, per il momento, anche dalle pop star che fotografava) - FOTO

Terry Richardson scaricato dal gruppo Condé Nast (e, per il momento, anche dalle pop star che fotografava) - FOTO

La notizia è stata diffusa solo poche ore fa dal Telegraph: Terry Richardson, il trasgressivo maestro della fotografia che imperversava sulle copertine dei giornali di moda più rilevanti sul panorama occidentale, è stato bandito dal gruppo Condé Nast, colosso editoriale americana che controlla a livello mondiale testate come Vanity Fair, GQ, Glamour e Vogue.

A mettere all'indice l'artista, con una nota interna finita nelle mani dei cronisti del Telegraph, è stato James Woolhouse, vicepresidente di Condé Nast, che ha richiesto a tutte le testate del gruppo di cancellare "con effetto immediato" tutti i lavori firmati da Richardson da qualsiasi media collegabile allo storico marchio.

Sulla ragione della scelta c'è stato poco da indagare: la carriera del fotografo è macchiata di accuse di molestie sessuali affiorate nel 2014, quando diverse modelle al lavoro con lui lamentarono condotte scorrette da parte di Richardson, che - da parte sua - respinse ogni addebito. Lo scalpore suscitato negli ultimi giorni dallo scandalo Weinstein, tuttavia, ha riportato all'attenzione dell'opinione pubblica il tema della prevaricazione sessuale nel mondo dello spettacolo, portando i vertici di uno dei gruppi editoriali più potenti al mondo a una sorta di tutela preventiva: da qui, quindi, il bando totale nei confronti di Richardson.

Davanti all'obbiettivo del fotografo nato a New York nel 1965 nel corso degli anni sono passate alcune delle popstar americane più celebri a livello internazionale, da Madonna a Beyoncé e Rihanna e Rita Ora, passando per giovani promesse come Pia Mia, assi dell'EDM come Steve Aoki o rockstar come Marilyn Manson. Alcune, addirittura, lo scelsero per veicolare la propria immagine pubblica, come Lady Gaga, che lo volle per illustrare il suo libro del 2011 intitolato "Lady Gaga x Terry Richardson", o Miley Cyrus, che addirittura gli affidò la direzione del video - diventato a suo modo iconico - del singolo "Wrecking Ball":

Caricamento video in corso Link

La cantante di "Bangerz", recentemente, ha ammesso di non essere eccessivamente entusiasta della clip, ma non per ragioni connesse al regista: "L'ho fatto, ma non lo amo", spiegò lei all'emittente radiofonica WKTU lo scorso maggio, "Ero così presa dalla cosa, e poi la canzone mi faceva impazzire. Ma non mi sono mai sentita imbarazzata mentre leccavo la palla per demolizioni".

La lista di attestati di stima professionale a Richardson, come testimoniano questi scatti presenti sul suo sito ufficiale, è lunga e prestigiosa:

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/fQXubgmCFaU_P4dHD6WvGTvZXFQ=/700x0/smart/http%3A%2F%2F78.media.tumblr.com%2Ftumblr_ltff0zyxai1qa42jro1_1280.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/0FWd1NT_MSyjJZuiz4bZcSc6k-M=/700x0/smart/http%3A%2F%2F78.media.tumblr.com%2Fc3e86b98ac7552076135a2d435de78d9%2Ftumblr_muq7izFkfu1qa42jro1_1280.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/ulJty4CgHuogpKqfH0FTFIuK6jc=/700x0/smart/http%3A%2F%2F78.media.tumblr.com%2Ftumblr_m3q2uhMZA71qa42jro1_1280.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/IAls_Po0hYsPaTEWtiX2y51tGdI=/700x0/smart/http%3A%2F%2F78.media.tumblr.com%2Ffc1053af9342a10f270c9e34008fc46f%2Ftumblr_n4v3smZBYl1qa42jro1_1280.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/aPANPXYS2_gfzg1to9ANTBgSRj8=/700x0/smart/http%3A%2F%2F78.media.tumblr.com%2F6210424a82e8590a95edee50c6090e0c%2Ftumblr_ny4q49UZL51qa42jro1_1280.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/aAXn8rHT3HayZrYvUqNmhAblFS0=/700x0/smart/http%3A%2F%2F78.media.tumblr.com%2F08c46cfdf8b6bf6d53300ad33ec03d4d%2Ftumblr_mrhpg9kMR01qa42jro1_1280.jpg

I social media delle star, però, per il momento tacciono: nessuna delle dirette interessate ha voluto esprimersi, né pro, né contro, in merito al draconiano provvedimento preso da Woolhouse nei confronti di quello che era - l'uso del passato è consigliato dalla prudenza - il loro fotografo preferito. Senza considerare che, da qualche ora a questa parte, una foto firmata Richardson significa rinunciare a propri alle copertine di Vanity Fair, GQ, Glamour e Vogue: atto di stima, questa, decisamente importante, per chi sulle copertine ci vive...

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.