Jacob Sartorius, chi è il nuovo idolo delle ragazzine star dei social network - VIDEO

Jacob Sartorius, chi è il nuovo idolo delle ragazzine star dei social network - VIDEO

13 milioni e mezzo di seguaci sui principali social network, così suddivisi: 1,2 milioni di fan su Facebook; 1,4 milioni di follower su Twitter; 2,7 milioni di iscritti al suo canale YouTube ufficiale (dove i suoi video hanno totalizzato, ad oggi, la bellezza di 250 milioni di visualizzazioni complessive); 8,3 milioni di follower su Instagram.
Mica male per un ragazzino di appena 15 anni.

Il ragazzino risponde al nome di Jacob Sartorius, classe 2002, "scoperto" in rete dall'industria discografica e diventato nel giro di poco tempo il nuovo idolo delle ragazzine a livello internazionale.

La storia di Jacob è una di quelle che potrebbe essere raccontata da un aspirante concorrente di un talent show ai giudici di fronte ai quali deve esibirsi per entrare nel programma: è nato in Oklahoma, ma non è stato cresciuto dai genitori. La madre e il padre l'hanno dato in adozione e Jacob è stato cresciuto a Reston, in Virginia, dove vive la sua famiglia adottiva.
Ha cominciato a mostrare il suo talento di performer sin da piccolo: amava recitare ed esibirsi, ma proprio per questo motivo è stato vittima di atti di bullismo.

Gli altri ragazzini lo prendevano in giro e anziché uscire e divertirsi come tutti i suoi coetanei, Jacob restava a casa ad ascoltare musica e a cantare: a 11 anni ha pubblicato su Vine un messaggio contro il bullismo, sotto forma di video, diventato virale.

È stato grazie ad un'altra applicazione, Musical.ly, che Jacob Sartorius ha cominciato a diventare molto popolare in rete. Per chi non ne avesse mai sentito parlare, Musical.ly è un'applicazione per smartphone che permette di pubblicare video in cui si fa finta, muovendo la bocca (il cosiddetto "lip-sync"), di cantare la canzone del proprio idolo. Nel giro di poco tempo Jacob è diventato una star dell'app, superando i 10 milioni di follower. Musical.ly, come il ragazzino ha raccontato, l'ha anche aiutato a diventare meno timido:

"Prima di Musical.ly non ero estroverso. L'app mi ha aiutato a diventare più spigliato. Pensi che nessuno ti stia guardando dietro la telecamera".

Di lui si è interessata un'etichetta discografica indipendente, la T3 Music Group, che lo ha messo sotto contratto.
Qualcuno ha notato analogie con il percorso di Justin Bieber e di Shawn Mendes: come loro, Sartorius ha attirato l'attenzione dei discografici grazie a video pubblicati in rete, o su un'applicazione (nel caso di Bieber la piattaforma era YouTube, nel caso di Mendes era Vine).

Il primo singolo di Jacob Sartorius, "Sweatshirt", è uscito lo scorso anno: il videoclip ufficiale della canzone, pubblicato su YouTube nel giugno del 2016, si aggira ad oggi intorno ai 45 milioni di visualizzazioni.

A gennaio Jacob ha pubblicato il suo primo disco, un EP di 8 canzoni intitolato "The last text": un mix di teen pop e elettronica prodotto da Christopher Rojas, Mario Marchetti e Russell Ali, già collaboratori di Demi Lovato, Pink, Backstreet Boys e Jessica Simpson. Il disco è entrato in classifica negli Stati Uniti, in Australia, in Canada, in Irlanda e in Scozia ed è stato promosso dal vivo con un tour mondiale.

Dall'EP sono stati estratti ben cinque singoli: oltre a "Sweatshirt", anche "Hit or miss" (52 milioni di visualizzazioni su YouTube), "All my friends" (10 milioni di visualizzioni per il lyric video, 5 per la clip ufficiale), "Last text" (23 milioni di visualizzazioni complessive tra lyric video e clip ufficiale) e "Bingo" (13 milioni di visualizzazioni).

Alla fine del 2016 il ragazzino è risultato essere il nono cantante più cercato su Google, dopo - nell'ordine - Beyoncé, Celin Dion, Kesha, Kehlani, Coldplay, Teyana Taylor, Grace VanderWaal (altra baby star, salita alla ribalta grazie al talent show "America's Got Talent"), Kanye West e sopra ai Guns N' Roses.

Recentemente Jacob è entrato nella scuderia di UTA, United Talent Agency, agenzia di spettacolo con sedi a Los Angeles, New York, Londra, Nashville, Toronto, Miami e Malmo, una delle più importanti talent agencies del mondo: tra i clienti, per quanto riguarda la musica, troviamo gente come i Guns N' Roses, Mariah Carey, Chris Brown e DJ Khaled. Il talent scout Jbeau Lewis l'ha preso sotto la sua ala protettiva: "È fatto per diventare una superstar internazionale", ha detto del ragazzino.

Capelli all'indietro e orecchie leggermente a sventola, Jacob - che ieri sera, venerdì 13 ottobre, è stato in concerto all'Alcatraz di Milano - è felice del successo che sta ottenendo:

"Quando torno nella mia stanza in hotel, ogni, sera, penso a quanto debba essere grato: sto facendo quello che ho sempre sognato di fare".

La scorsa settimana è uscito il suo nuovo EP, "Left me hangin'", il primo frutto del nuovo contratto discografico che Sartorius ha firmato con RCA Records (Sony), una major. Del disco fanno parte anche i singoli "Skateboard" (pubblicato un mese fa) e "Chapstick" (pubblicato la scorsa settimana):

 

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.