Bob Dylan, Elvis e Maria Callas: la musica alla Festa del Cinema di Roma

Bob Dylan, Elvis e Maria Callas: la musica alla Festa del Cinema di Roma

Come da tradizione, c'è anche un po' di musica nel programma della Festa del Cinema di Roma, il festival cinematografico ospitato ogni autunno dall'Auditorium Parco della Musica di Roma da undici anni a questa parte, presentato nella conferenza stampa di oggi, martedì 10 ottobre.

Tra i film che verranno presentati all'Auditorium romano dal 26 ottobre al 5 novembre c'è anche una pellicola imperdibile per gli appassionati di rock: il docu-film "Trouble no more", che racconta uno dei periodi più importanti della carriera di Bob Dylan, quello della "nuova nascita", della sua conversione al cristianesimo. In quel periodo, il Bardo Di Duluth incise album fondamentali della sua discografia come "Slow train coming" del 1979, "Saved" del 1980 e "Shot of love" del 1981.

Realizzato dalla regista Jennifer Lebeau il docu-film è stato presentato in anteprima al New York Film Festival, lo scorso settembre: è composto da alcuni filmati ripresi durante gli show della seconda parte del tour di Dylan del biennio '79-’80 (con una band composta dal veterano dei Muscle Shoals Spooner Oldham alle tastiere, Fred Tackett dei Little Feat alla chitarra, Tim Drummond al basso e Jim Keltner alla batteria) intervallati da sermoni scritti da Luc Sante e declamati da Michael Shannon.

A quarant'anni dalla morte, alla Festa del Cinema di Roma verrà proiettato in anteprima mondiale un film che racconta la storia di Maria Callas: il documentario, di Tom Volf, propone immagini inedite, fotografie, Super8, registrazioni private, lettere e rari filmati d’archivio del dietro le quinte degli spettacoli, per la prima volta a colori. Ci sono contributi di - tra gli altri - Onassis, Marilyn Monroe, Alain Delon, Luchino Visconti, Grace Kelly e Liz Taylor.

Alla base di "Promised land", documentario tedesco diretto da Eugene Jarecki, c'è la storia di un altro artista che come Maria Callas è morto quarant'anni fa. Si tratta di Elvis Presley, la cui Rolls Royce del 1963 è la protagonista di un viaggio musicale attraverso il Paese che il re del rock ha lasciato troppo presto, gli Stati Uniti: "girato durante il periodo delle elezioni del 2016, il film", si legge nella presentazione, "cattura un ritratto sfumato del sogno americano in un momento critico della storia della Nazione. Dal profondo Sud a New York, Las Vegas e, nel mezzo, tantissime altre località, ciò che emerge in questo viaggio lungo migliaia di chilometri è il ritratto parallelo di un uomo e del suo Paese. Entrambi si sono innalzati come un razzo sul palco del mondo. E come un ragazzo di provincia è diventato il Re e ha conosciuto una fine inattesa, così il suo Paese, una volta diventato repubblica, si è trasformato in un impero e ora si trova ad affrontare un futuro incerto con a capo un presidente che è quanto di più simile ci sia a un monarca".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.