Liam Gallagher, l'amore / odio per Noel, il rock e tutto il resto: 'Gli U2 non sono i Beatles. E la droga non è così male come dicono'

Liam Gallagher, l'amore / odio per Noel, il rock e tutto il resto: 'Gli U2 non sono i Beatles. E la droga non è così male come dicono'

Non poteva che essere celebrata con un profluvio di interviste la pubblicazione di "As You Were", il disco di debutto da solista di Liam Gallagher spedito proprio oggi - venerdì 6 ottobre - sui mercati internazionali.

Il New Musical Express e l'Indipendent, in particolare, hanno offerto ai lettori due lunghe interviste al già frontman degli Oasis, dove la rockstar mancuniana spazia tematicamente dalla sua vita privata al tribolato rapporto col fratello, passando per riflessioni sparse sullo stato di salute del rock e quello dei suoi (più o meno meritati protagonisti) protagonisti. A beneficio dei lettori, ecco una selezione degli spunti più interessanti, suddivisi per argomento. Iniziamo dal bersaglio grosso...

La reunion degli Oasis...

"Non mi è mai, mai, mai, mai stata fatta una sola offerta per riunire gli Oasis in tutta la mia cazzo di vita. Passa tutto da Marcus Russell [ex manager degli Oasis e attuale manager di Noel, ndr], un altro stronzo connivente. Così quando sarà Noel ad averne voglia state tranquilli che mi arriverà una chiamata. (...) Quando la carriera di Noel inizierà a declinare o avrà un momento di stallo potrà dire: 'Sai una cosa, rimettiamo insieme gli Oasis. I nostri figli hanno le pezze al culo". Beh, può vendere The Big Issue [il giornale dei senzatetto, ndr] e arrivare con il cappello in mano, ma - cazzo - non succederà.

"Mi manca essere in un gruppo con mio fratello, ma non è successo. Della reunion se ne parla praticamente ogni anno, so che un sacco di gente è lì che aspetta, ma la ragione per la quale provo quello che provo verso la reunion è che sono stato fregato".

... e il fratello Noel

"Amo mio fratello. Il tizio che era nel gruppo con me, cazzo, lo adoravo. Adesso è lì che sorride, a fare il Mister Felicità del cazzo. Lo guardo e penso 'vaffanculo, non è il fratello che conoscevo io. Ma quello che era nel gruppo con me, col quale mi bevevo una birra e mi facevo una risata, lo adoravo. E' che la gente cambia, certe volte in meglio, certe volte in peggio".

"Che Noel sia un buon autore l'ho detto milioni di volte. Non è che ne faccia una malattia. Voglio solo che sappia che sono qui. L'ho aiutato tante cazzo di volte quante lui ha aiutato me".

Ai Kasabian che 'hanno salvato il rock'n'roll'...

"Mi piacciono i Kasabian [che in una recente intervista hanno sostenuto di aver salvato dall'abisso il rock chitarristico col loro ultimo album, ndr], ma non credo sia così. C'è un sacco di gente che parla di rock'n'roll ma non è solo questione di musica o di aspetto, ma anche di quello che si dice. Leggi un sacco di interviste a questi gruppi e rischi di cadere in coma. Tutti sembrano avere il culo nella bambagia, e nessuno sembra essere preparato a fare sbagli, perché sbagliare significherebbe dire addio alla propria carriera. Tutti sono attaccati alla carriera con le unghie, e lo trovo davvero triste...".

Le droghe ('Sono ok, alcune, di certe situazioni')

"[Mio figlio] Lennon ora ha 18 anni, e ogni tanto fuma un po' d'erba. Gli ho detto: 'Fallo pure, ma poi vieni qui e parlamene, perché io l'ho fatto prima di te'. Sono contento di non aver avuto una cazzo di buona condotta. Le droghe vanno bene, non sono così male come dice la gente. Se tu dici 'no' i ragazzi lo faranno, cazzo. Il mondo è pieno di droghe e alcune sono cattive e altre sono buone. Assunte in determinate circostanze, alcune droghe possono essere benefiche".

'Gli U2 non sono i Beatles'

"'You Better Run' [una delle canzoni di "As You Were", ndr] è dedicata a tutte quelle piccole stronze pretendenti rockstar che pensano di rendere un servizio al rock'n'roll, e là fuori ne è pieno. Prendi gli U2: già anni fa attaccavano con la solfa 'siamo tornati per fare vero rock'n'roll' e tutte quelle stronzate. Per me non hanno mai scritto un capolavoro. Per essere un gruppo così dannatamente grande, con tutte quelle cazzo di risorse a disposizione, avrebbero dovuto scrivere capolavori. Di certo non sono i Beatles. 

Dall'archivio di Rockol - I migliori tweet di Liam Gallagher
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.