La saga dei Gallagher non è solo guerra. Liam: 'Io e Noel stiamo facendo un sacco di buona musica'

 La saga dei Gallagher non è solo guerra. Liam: 'Io e Noel stiamo facendo un sacco di buona musica'

In fondo anche Liam Gallagher lo sa: lui e il fratello Noel, tra un affondo e l’altro, restano entrambi bravi musicisti. Il più giovane ex Oasis si è sbottonato questa mattina su Radio X, dicendo:

Alla gente piace Noel, alla gente piaccio io, la gente odia Noel, la gente odia me, quindi c’è un sacco di buona musica che sta arrivando dai Gallaghers al momento.

Ospite allo show mattutino di Chris Moyles per la promozione del suo nuovo album, “As You Were”, in uscita dopodomani, Liam non ha sancito una vera e propria tregua, ma perlomeno ha lasciato spazio a qualcosa di meno amaro di quello a cui eravamo abituati. Per poco, però. Alle domande sulla virata psichedelica del nuovo album del fratello Noel e dei suoi High Flying Birds, “Who Built The Moon?”, in uscita il prossimo 24 novembre, non si è trattenuto. Nel merito si era già espresso in toni poco lusinghieri - "Un disco psichedelico di una persona pallosa è come un kebab venduto da un vegetariano" - e ora rincara la dose:

Se vuoi fare musica psichedelica allora perlomeno prendi dei funghi. Odio quelle persone che stanno là sedute a leggere un libro su come fare musica psichedelica. Dovresti prendere un sacco di funghi, iniziare a sbavare e vedere che succede.

Detto ciò, Liam prende il poster della pubblicità di una crociera oceanica con l’ex star di Baywatch David Hasselhoff, l’ultima trovata di Costa Crociere che per qualche centinaia di euro permette ai clienti di navigare con la star di Emerald Bay in persona, e dice:

“Lui è più psichedelico del nostro ragazzo”.

Passando al suo nuovo album Liam, che sempre su Radio X ne ha presentato un nuovo estratto, “I’ve All I Need”, ha raccontato di essersi ispirato a un incontro con Yoko Ono di diciotto anni fa nella scrittura del brano:

Ero a New York e ho ricevuto una chiamata che diceva "Yoko vuole incontrarti", e così ho chiamato il mio amico Lennon.

Entriamo. Lei mi invita a entrare in cucina, mi fa una tazza di tè e c’è questa enorme scritta intorno alla cucina e io chiedo, "Che cosa vuol dire?"

Lei dice, "John mi ha domandato la stessa cosa quando siamo andati in Giappone a trovare i miei genitori". Ad ogni modo, dice: "Mentre sono in letargo, raccolgo le mie ali". Ed è stato quando lui ha smesso di fare musica. Così ho pensato, "Scrivitelo". Ad ogni modo, gli anni sono passati e ho provato a metterlo in una canzone, ma non ci sono mai riuscito. E poi è capitato con questa ["I’ve All I Need", ndr].

Dall'archivio di Rockol - I migliori tweet di Liam Gallagher
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.