Negli Stati Uniti lo streaming on demand è cresciuto nel 2017 del 40.5%

Negli Stati Uniti lo streaming on demand è cresciuto nel 2017 del 40.5%

Nielsen fornisce nuovi spunti di riflessione sulla relazione tra la crescita del consumo di musica in streaming e la crescita dei suoi ricavi. Gli ultimi dati mostrano che il numero degli streams di audio e video a richiesta negli Stati Uniti nei primi nove mesi del 2017 è aumentato del 40,5%, rispetto lo scorso anno, fino a 442,44 miliardi.

Con la discussione sul ‘value gap’ su YouTube in pieno svolgimento, è importante confrontare le statistiche video e audio di Nielsen. L’audio ha avuto 287,15 miliardi di flussi su richiesta nei primi nove mesi del 2017, mentre il video ne ha generati 155,3 miliardi – un incremento rispettivamente del 59,7% e del 15,1%.

I dati di Nielsen arrivano poco dopo le statistiche pubblicate dall'industria americana sui ricavi nei primi sei mesi del 2017. Secondo quel rapporto, le entrate dello streaming a pagamento sono aumentate del 61% nell’ultimo anno fino a raggiungere gli 1,7 miliardi di dollari, mentre i ricavi in ​​streaming con supporto pubblicitario sono cresciuti del 37% a 273 milioni di dollari.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.