Tom Petty è ricoverato in ospedale a causa di un arresto cardiaco

Tom Petty è ricoverato in ospedale a causa di un arresto cardiaco

D’oltre oceano rimbalza la notizia, riportata da TMZ, che Tom Petty è in rischio di vita dopo un arresto cardiaco. Il 66enne musicista originario della Florida è stato rinvenuto in stato di incoscienza nella sua casa di Malibu (California) nella giornata di ieri ed è stato trasportato al Santa Monica Hospital. Le condizioni di Petty non sono ancora chiare, non ci sono dichiarazioni ufficiali.

Un aggiornamento della situazione di TMZ riporta che Tom Petty pare sia giunto in ospedale senza attività cerebrale e che sia tenuto in vita da un supporto artificiale.

Sheryl Crow dal suo profilo Twitter ha inviato un messaggio di sostegno all'amico: "Tom Petty...ti amo tanto. Sei nelle mie preghiere"

Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
Bob Dylan
Scopri qui tutti i vinili!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.