Pink Floyd, voci: la mostra 'Their Mortal Remains' riapre a Roma a novembre

Pink Floyd, voci: la mostra 'Their Mortal Remains' riapre a Roma a novembre

Potrebbe finalmente sbarcare in Italia "Their Mortal Remains", la mostra "definitiva" sui Pink Floyd che avrebbe dovuto vedere la luce nel nostro Paese nel 2014 ma che dissidi tra gli organizzatori italiani e i superstiti della band di "The Dark Side of the Moon" "dirottarono" a Londra, dove ha aperto i battenti lo scorso mese di maggio.

A Rockol risulta che l'esposizione dovrebbe essere inaugurata il prossimo mese di novembre al museo Macro di Roma, dove resterebbe fino al maggio del prossimo anno, per poi trasferirsi in Germania. Contattato da Rockol Lo spazio, ufficialmente, per il momento smentisce l'allestimento. 

Ovviamente, al momento, non sono disponibili informazioni circa le modalità di messa in vendita dei biglietti, che verrrano comunicate solo quando l'apertura sarà resa ufficiale dalla direzione del museo. A detta di Nino Gatti, nostro collaboratore ed esperto pinkfloydiano (è parte del collettivo The Lunatics tra le altre cose del volume "Pink Floyd a Pompei. Una storia fuori dal tempo"), Nick Mason si trova in queste ore in Toscana per impegni automobilistici legati ai 70 anni della Ferrari. Il batterista è il componente dei Pink Floyd più attivo all'interno della mostra di Londra e starebbe facendo di tutto per assicurare la sua presenza in occasione dell'inaugurazione della mostra romana.

A tenere a battesimo l'esposizione avrebbe dovuto essere la Evolve Devolve di Fran Tomasi, storico promoter italiano e organizzatore del celebre concerto a Venezia che i Pink Floyd tennero il 15 luglio del 1989, che aveva indicato La Fabbrica del Vapore di Milano come sede della prima mondiale di "Their Mortal Remains": problemi connessi alla disponibilità dello spazio costrinsero la società a rimandarne sine dine l'inaugurazione - non senza polemiche riguardo il rimborso dei biglietti già acquistati in prevendita - indicando nella stessa Roma o in Berlino città papabili per l'approdo dell'agognata esibizione. I lavori a eventuali soluzioni alternative a quella meneghina proposta in prima istanza furono bruscamente interrotti, nel settembre di due anni fa, da un'azione legale intrapresa dalle due società rappresentanti legali della band - la Now Pink Floyd Ltd. e la Pink Floyd Music - nei confronti della Evolve Devolve per presunte inadempienze nel versamento degli acconti e nella copertura finanziaria dell'evento. Difficile se non impossibile, quindi, che la società di Tomasi possa avere trovato spazio nell'organizzazione dell'edizione romana di "Their Mortal Remains": nelle clausole del procedimento depositato dalle due società Gilmour, Mason e Waters chiesero a Tomasi una dichiarazione firmata che certifichi, da parte di Evolve Devolve, il completo controllo da parte dei superstiti del gruppo dell'eventuale allestimento di future mostre, del merchandise ad esse connesso, del catalogo della stessa e dei diritti d'autori delle opere esposte, diffidando il promoter italiano e la sua società dal presentersi come organizzatori della mostra.

Scheda artista Tour&Concerti Testi
JIMI HENDRIX
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.