Da riscoprire: la storia di "New skin for the old ceremony" di Leonard Cohen

Da riscoprire: la storia di "New skin for the old ceremony" di Leonard Cohen

“Mi ricordo bene di te al Chelsea Hotel, eri famosa, il tuo cuore una leggenda, Mi ripetesti che preferivi gli uomini belli, ma che per me avresti chiuso un occhio”. 
In “New skin for the old ceremony” c’è una canzone classica in cui si incrociano diverse mitologie: quella dell’hotel più bohèmienne e leggendario di New York, quella di una famosa, altrettanto leggendaria e passionale cantante e quella di un artista non bello, ma in grado di spezzare cuori con le parole, la voce e  il suo fascino non convenzionale. 

L’uomo è ovviamente Leonard Cohen, che nel 1974 pubblica il suo quarto album. Negli anni successivi, cantando dal vivo la canzone “Chelsea Hotel #2” (una precedente “Chelsea hotel” venne solo eseguita dal vivo e mai pubblicata) farà un riferimento esplicito a Janis Joplin, protagonista di quell’avventura. Negli anni ’90 si pentirà pure: “E’ un’indiscrezione di cui sono molto dispiaciuto. Non so se c’è modo di scusarsi ad un fantasma, ma ora vorrei farlo per aver perseverato in quel pettegolezzo”.

GUARDA LA PAGINA DEDICATA A LEONARD COHEN E PRE-ASCOLTA GLI ALBUM CHE PREFERISCI

Nel ’73 il cantante e poeta pubblica "Leonard Cohen: Live Songs”, dopo qualche anno di concerti - aveva iniziato ad andare in tour poco prima, nel ’70. Nel ’74 inizia a collaborare con John Lissauer, produttore dal background jazz.

CONTINUA A LEGGERE LA RECENSIONE DI "NEW SKIN FOR THE OLD CEREMONY" SUL SITO DI LEGACY​

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.