Streaming, in America + 17% nella prima metà del 2017

Streaming, in America + 17% nella prima metà del 2017

La RIAA, l'associazione di categoria dei discografici statunitensi, ha diffuso i dati del primo semestre del 2017: viene confermato il trend positivo degli ultimi tempi, con le iscrizioni ai servizi streaming a pagamento che segnano un aumento del 17%.
Tradotto: 4 miliardi di dollari di revenue per la musica registrata nella prima metà dell'anno: nel 2016 erano 3,4 miliardi, nello stesso periodo. Complessivamente, si tratta di un aumenfto dei profitti da retail dell'11,4% per l'industria discografica americana. 

Dei 4 miliardi di dollari del period, il 19% arriva dai download, il 16% dalle vendite fisiche e il 3% sincronizzazione. Lo streaming vale il 62%: un anno fa la quota di era del 47%.
Il rapporto della RIAA divide l'1,7 miliardi di dollari di ricavo dallo streaming tra servizi "pieni" (Spotify, Apple Music), e "abbonamenti limitati" (es. Amazon Prime Music): questi ultimi valgono 225 milioni di dollari, ma sono cresciuto del 213.4% in un anno.

Ha dichiarato la CEO Cary Sherman - facendo riferimento nuovamente al Value Gap e all'annosa questione dei pagamenti di YouTube ritenuti non adguati: 

La nostra storia continua ad essere una grande promessa, ma la nostra base è fragile. Una ripresa sostenuta e duratura è compromessa da un campo di gioco fondamentalmente irregolare.

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.