New Order, fine della battaglia legale: raggiunto un accordo con Peter Hook

New Order, fine della battaglia legale: raggiunto un accordo con Peter Hook

La band nata dalle ceneri dei Joy Division ha finalmente cessato le ostilità con il proprio ex bassista - nonché co-fondatore - Peter Hook, col quale da anni aveva ingaggiato una battaglia legale senza esclusione di colpi per assicurarsi la proprietà dei diritti di sfruttamento di immagine e repertorio dei New Order e degli stessi Joy Division: con una nota diffusa nella giornata di oggi, mercoledì 20 settembre, quelli che un tempo furono i compagni di gruppo di Ian Curtis hanno annunciato di aver raggiunto un accordo "pieno e definitivo".

"I nomi di Joy Division e New Order significano molto per i fan, e il gruppo ha sentito il bisogno di difenderne l'eredità", si legge nel dispaccio: "Con le nuove regole stabilite tra gli interessati, Bernard [Sumner], Stephen [Morris] e Gillian [Gilbert] potranno continuare a fare quello che gli riesce meglio, cioè registrare musica ed esibirsi dal vivo".

Per il momento nessuna delle parti in causa ha voluto commentare la notizia.

Nel 2015 Hook denunciò i New Order accusandoli di averlo escluso - a partire dal 2011, anno della fondazione di un'entità societaria creata ad hoc per amministrare le finanze del gruppo - dalla ridistribuzione degli utili riferibili alle royalties, lamentando una perdita quantificata in oltre due milioni di sterline. Da parte loro i New Order - tornati in attività proprio nel 2011 ma senza Hook in formazione - rigettarono ogni addebito, accusando l'ex compagno di gruppo di sfruttare per la propria attività solista il nome di Joy Division e New Order senza autorizzazione.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.