Avril Lavigne e Craig David sono gli artisti più ‘pericolosi’ da cercare online

Avril Lavigne e Craig David sono gli artisti più ‘pericolosi’ da cercare online

Sarà Avril Lavigne a far esplodere il vostro computer. E se lei non ci riuscisse, potrebbe sempre accadere con Craig David. Lo dice McAfee, la società di sicurezza informatica che ogni anno stila un elenco dei nomi delle celebrità che più facilmente portano con loro virus e malware quando cercati nel Web. La ricerca è stata condotta su due dei principali mercati discografici occidentali e ha visto la rocker canadese aggiudicarsi il primo posto nella classifica statunitense e il cantante e produttore inglese in testa a quella riferita alla Gran Bretagna.

La ragione sembra essere legata semplicemente al fatto che Avril Lavigne, Craig David e gli altri artisti citati nel report sono tra i contenuti più ricercati in rete e dunque tra i più appetibili per gli hacker, che associano link maligni in testa ai risultati di ricerca. In generale, la ricerca di McAfee sottolinea i rischi associati alla musica online, specie per le ultimissime uscite: i nomi di noti artisti accompagnati dalla frase "free mp3" sono considerati tra i più rischiosi da inserire nei motori di ricerca. Nel caso di Avril Lavigne, ad esempio, più del 14% dei risultati di ricerca di contenuti gratuiti legati al suo nome porta a siti pericolosi.

La top ten delle celebrità più rischiose

Mercato USA:

1. Avril Lavigne

2. Bruno Mars

3. Carly Rae Jepsen

4. Zayn Malik

5. Celine Dion

6. Calvin Harris

7. Justin Bieber

8. Diddy

9. Katy Perry

10. Beyoncé (cercata come 'Beyoncé')

Mercato UK:

1. Craig David

2. Emeli Sande

3. Liam Payne

4. Adele

5. Ed Sheeran

6. Jessie J​

7. Rita Ora

8. Charli XCX

​9. Lily Allen

10. Zayn Malik

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
16 mar
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.