Quella volta che Sting trovò uno scheletro nel lago della sua tenuta

Quella volta che Sting trovò uno scheletro nel lago della sua tenuta

Questa è una storia incredibile. Tre anni dopo la morte dei suoi genitori, Sting decide di trasferirsi a Lake House, nelle campagne del Wiltshire, in un maestoso maniero che si affaccia sul fiume Avon. Un giorno, la moglie Trudie si sveglia pensando che sarebbe bello fare un lago e riempirlo di trote; del resto, che senso ha vivere in un posto che si chiama Lake House, casa sul lago, se del lago non c’è nemmeno l’ombra? Sting prova a ricordarle che "lake" significa “ruscello che corre”, ma non c’è verso. Sting sa che le mogli vincono sempre e si prepara a chiedere tutti i permessi necessari che alla fine vengono concessi, con una sola condizione: la costante presenza di un archeologo, in caso di ritrovamento di reperti storici.
Quella stessa notte, Sting si sveglia di soprassalto. Ha avuto un incubo e non riesce ad allontanare quelle immagini dalla mente: lui e Trudie con tra le braccia il cadavere di una donna ripescato dal lago. Non riesce a riprendere sonno, la mattina dopo racconta tutto a Trudie, che ci fa su una bella risata.
Mesi dopo, mentre Sting è a Los Angeles durante un tour, riceve una telefonata dalla sua assistente che lo informa che nel lago è stato ripescato il cadavere di una donna (anzi, di una ragazza, visto che doveva avere non più di diciannove anni). La donna è stata legata con le mani dietro la schiena e poi gettata nella palude, con un grosso pezzo di legno attaccato alla schiena per farla andare più rapidamente a fondo. Gli archeologi hanno fatto risalire la morte più o meno al 400 d.C. Lo scheletro si è conservato perfettamente, i denti ancora intatti. E ora, secondo la legge, quel corpo appartiene al proprietario del lago, cioè Sting.
Sting deciderà di seppellirlo sull’isoletta che hanno lasciato al centro del lago. Sul petto ha fatto sistemare alcuni fiori gialli, in lontananza si sente il suono di un flauto. Questo è l’ultimo saluto di Sting alla donna che gli era apparsa in sogno e che è stata ripescata dal lago.

 

Questo aneddoto è estratto dal libro "Rock bazar - volume secondo" di Massimo Cotto, edito da Vololibero Edizioni (344 pagine, 15,30 euro)

Scheda artista Tour&Concerti Testi
29 ott
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.