Liam Gallagher ai giovani: 'Imparate a suonare quelle cazzo di chitarre: non si può fare rock su un computer'

Liam Gallagher ai giovani: 'Imparate a suonare quelle cazzo di chitarre: non si può fare rock su un computer'

Lui, che in curriculum vanta collaborazioni con gente come Prodigy e Death in Vegas, che prima dello scoccare del millennio contribuirono a far diventare l'elettronica un fenomeno di massa - abbattendo parzialmente la battiera che separava strumenti acustici da campionatori e affini, dopo tutto continia a pensarla alla vecchia maniera: a colloquio con Bryce Segall di CoS, Liam Gallagher ha sostenuto una posizione molto conservatrice riguardo il rock and roll, sintetizzabile in un poche parole. O si fa con la chitarra, o niente. E poco importa se qualcuno ha provato a percorrere vie diverse.

"Skrillex? Lo conosco di nome, non ho mai sentito niente di suo", ha spiegato il frontman pronto a debuttare da solista sulla lunga distanza con "As You Were": "Non è che smani di fare roba come la sua".

"Oggi come oggi è pieno di cosidette rock band che si tengono la chitarra al collo come fosse un pezzo di bigiotteria", ha proseguito il cantante: "Attacca quella stronza e tira su il volume. E il cantante deve lamentarsi se le chitarre non fanno troppo casino. A suonare tranquilli non si aiuta nessun cantante".

"E' vero, ho messo un mucchio di chitarre sul mio disco, ma il rock è sempre stato nelle mie corde. Di solito quando citi il rock and roll la gente ti dice: 'Cosa? Quella merda di cinquant'anni fa?'. Ma mi ha sempre accompagnato, e io non l'ho mai abbandonato".

Cosa consigliare, quindi, alle giovani generazioni? "Imparate a suonare quelle cazzo di chitarre. E lasciata perdere il computer: non si può fare rock and roll con un laptop".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
15 feb
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.