La polizia canadese: "I vostri figli ascoltano musica heavy? Potrebbero diventare neo-nazi"

La polizia canadese: "I vostri figli ascoltano musica heavy? Potrebbero diventare neo-nazi"

Curiosa uscita della Polizia di Calgary, in Canada, che ha generato polemiche nello stato nordamericano. Si  tratta di una bislacca ed arbitraria risposta al  problema dei gruppi razzisti e neo nazisti. Il tema è molto sensibile, dopo la tragedia di Charlottesvile di qualche settimana fa: ad una manifestazione di bianchi suprematisti, un "dimostrante" ha investito volontariamente con la sua macchina un gruppo di anti-fascisti, uccidendo una ragazza. 

Così la Polizia di Calgary ha pensato bene di stilare una sorta di vademecum di controllo per i genitori, con "sintomi" che possano indicare una possibile tendenza dei figli verso "hate-groups". E, sorpresa, tra i fattori da tenere d'occhio c'è il fatto che i ragazzi siano sorpresi a "Playing loud, heavy rock music with violent lyrics". Sì, "Heavy rock music".

In seguito alle proteste,  la polizia ha corretto il tiro dichiarando: 

Non stiamo dicendo che tutte le persone che ascoltano la musica rock fanno parte dei gruppi razzisti, ma tende ad esserci una correlazione - le persone coinvolte nei gruppi di odio tendono ad essere coinvolti in quella musica.

Ora, è vero che nella musica rock ci sono band apertamente razziste: dopo i fatti di Charlottesville, Spotify ha rimosso decine di band suprematiste bianche dai testi apertamente nazisti. E anche in Italia periodicamente vengono fuori polemiche per raduni di gruppi neofascisti che culminano in concerti delle loro band di riferimento.

Ma una correlazione così generica, generale e non provata tra l'ascoltare "loud heavy rock music" e la tendenza al neo-nazismo è quantomeno curiosa. Fare di tutta l'erba un fascio, insomma...

In una versione successiva, la polizia di Calgary ha rimosso la parola rock (ma lasciando "Playing loud, heavy music with violent lyrics"): il vademecum si può leggere qua. Ecco invece la versione originale:

 

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/1hQwm2-lWVpZGtfSkDAdESuQikE=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fwww.digitalmusicnews.com%2Fwp-content%2Fuploads%2F2017%2F09%2F01-Calgary-Police.png

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.