NEWS   |   Pop/Rock / 30/08/2017

Jerry Cantrell (Alice in Chains) parla della depressione e delle morti di Cornell e Bennington

Jerry Cantrell (Alice in Chains) parla della depressione e delle morti di Cornell e Bennington

Intervistato al Rich Eisen Show il chitarrista degli Alice in Chains Jerry Cantrell ha parlato delle tragiche morti dei cantanti, riferendosi in primis a Chris Cornell e Chester Bennington, dando poi una opinione sulla depressione e sulla dipendenza partendo dalla sua esperienza.

Ha detto Cantrell: "È stato un anno orribile ed è veramente una sfortuna aver perso questi ragazzi, perché erano delle grandi persone, erano ottimi amici e dei talenti straordinari. Ancora non sembra vero. È una cosa inaspettata, noi ci siamo passati (con la morte di Layne Staley, il cantante degli Alice in Chains), sappiamo cosa vuol dire. Tutto quello che puoi fare è che tutti sappiano che li ami e fare in modo di ricordarli in una buona luce anziché in un momento negativo. Perché erano persone di qualità e talento. Abbiamo passato grandi momenti insieme a Chris. Non conoscevo altrettanto bene Chester. Facevano parte della famiglia e fa male, mi mancheranno molto".

Parlando delle battaglie da lui affrontate, Cantrell ha spiegato: "Credo che la depressione e la dipendenza e anche altre questioni siano tutte legate. Ho avuto a che fare con alcune di loro. Sono anche un alcolista, ho affrontato molte questioni di questo genere e perso molti amici e compagni di band per queste cose. Ma ci sono un sacco di persone che ci passano e immagino che fondamentalmente possiamo essere un esempio e la dimostrazione che ce la si può fare. Perché molta gente era lì per noi quando abbiamo affrontato la nostra cosa".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi