Quella volta che Jim Morrison voleva fare un pompino a Jimi Hendrix

Quella volta che Jim Morrison voleva fare un pompino a Jimi Hendrix

Jimi ama improvvisare ogni sera allo Scene, il locale aperto da Steve Paul al 301 della 46esima strada ovest di New York, in una parte della città chiamata Hell’s Kitchen. Chi c’è, c’è. Certo, c’è il rischio che a volte arrivi qualche pazzo che crede di saper cantare o suonare e voglia farlo con Jimi. A volte arriva qualcuno che sa cantare da dio ma è pazzo lo stesso. Come Jim Morrison.

È il 7 marzo 1968. Jim Morrison entra allo Scene mentre Hendrix sta improvvisando una grandiosa “Red House” con alcuni membri dei Young Rascals. Jim è ubriaco perso, come quasi sempre. Sale sul palco, cade in ginocchio, lancia un ruggito che sembra più un urlo disperato, si avvicina a Jimi e gli dice: “Voglio succhiartelo! Lascia che te lo prenda in bocca!”. Hendrix finge di non aver capito, si allontana e si lancia in uno dei suoi assoli incendiari. Jim Morrison improvvisa qualche verso, più osceno che poetico. Hendrix fa cenno a uno dei suoi di allontanarlo. Jim Morrison scende, indietreggia, inciampa in un tavolo e rovescia il contenuto dei bicchieri su alcuni clienti tra cui Janis Joplin. Tutto documentato dai nastri gelosamente custoditi negli archivi del locale e dalle fotografie di Linda Eastman, non ancora Linda McCartney, grazie ai cui scatti si ha davvero la prova che tutto questo è accaduto veramente.

Questo aneddoto è tratto da “Rock Bazar”, un libro di Massimo Cotto edito da Vololibero Edizioni e Virgin Radio, che raccoglie 575 racconti tratti dall’omonima trasmissione radiofonica che narra storie vere e leggende, eccessi e follie delle rockstar.

 

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.