R.Kelly, la (brutta) storia continua: nuove, dettagliate accuse di plagio e violenza sessuale

R.Kelly, la (brutta) storia continua: nuove, dettagliate accuse di plagio e violenza sessuale

Il mese scorso abbiamo riferito dell'accusa, rivolta in un suo articolo dal giornalista Jim DeRogatis a R.Kelly, di trattenere presso di sé e plagiare sessualmente sei donne. Abbiamo poi riferito dei dinieghi del rapper e di come il giornalista abbia riconfermato le sue accuse. Abbiamo infine riferito, il 12 agosto, che le autorità statunitensi per il momento non hanno iniziato alcun procedimento di indagine nei confronti di R.Kelly.

DeRogatis torna sull'argomento con un nuovo articolo, nel quale racconta la storia di Jerhonda Pace.
L'articolo è ricco di dettagli che potrebbero disturbare la sensibilità dei nostri lettori; chi desidera, può leggerlo qui in inglese.

La donna, oggi ventiquattrenne e madre di tre figli, ha raccontato che quando aveva 16 anni ha iniziato una relazione sessuale con il cantante, dal quale ha subìto abusi psicologici e fisici, e ha detto di aver accettato un risarcimento in denaro in cambio della firma su un accordo di discrezione (in altre parole: ha preso dei soldi promettendo che non avrebbe rivelato niente dell'accaduto).
Jerhonda Pace, ora Jerhonda Johnson, ha rivelato di aver incontrato R.Kelly nel 2008, quando il rapper era sotto processo con l'accusa di produzione di materiale pedopornografico, e di essere stata poi invitata nella casa di R.Kelly. Ha dettagliato poi che, dopo aver avuto - durante una delle sue prime visite - rapporti sessuali orali con il cantante, questi ha cercato di accertarsi che lei non avrebbe raccontato l'accaduto. Jerhonda accusa R.Kelly di averla costretta a scrivere e firmare una lettera in cui lei confessava di avergli rubato in casa, e di aver accusato i genitori di lei di aver cercato di indurla a ricattarlo (naturalmente Jerhonda nega che questo sia vero).


Jerhonda sostiene inoltre che il 9 giugno del 2009 R.Kelly le ha fatto bere alcool e poi l'ha indotta a un rapporto sessuale ("Ero vergine, il che l'ha eccitato parecchio"), e che il 17 giugno lei gli ha rivelato la sua vera età. Ha anche aggiunto che nei mesi successivi ha più volte avuto rapporti sessuali con R.Kelly, e che nella maggior parte dei casi quei rapporti sono stati filmati, senza il suo consenso.
Ha poi specificato che in occasione delle visite a casa di R.Kelly era obbligata a sottostare alle regole imposte dal rapper: non poteva indossare abiti aderenti, non poteva usare il telefono, e doveva chiedere il permesso per poter fare la doccia, mangiare, usare il bagno o andarsene. Quando trasgrediva alle regole, lei dice, R.Kelly la picchiava.
La relazione di Jerhonda con R.Kelly è terminata nel gennaio 2010.
Il cantante la sorprese mentre mandava un messaggio con il cellulare, litigarono, e lui la schiaffeggiò e la prese per i collo e le sputò in faccia. Allora Jerhonda assunse un avvocato, Susan E. Loggans, che le chiese di sottoporsi alla macchina della verità. Nel giro di alcune settimane, fu stipulato un accordo in base al quale Jerhonda, in cambio della promessa firmata di non rivelare niente di quanto le era successo, e di non avviare altre azioni legali contro R.Kelly, aveva ricevuto una somma di denaro imprecisata.
Jerhonda ha detto a DeRogatis che, pur essendo consapevole che violando l'accordo potrebbe incorrere in conseguenze legali, ha deciso di raccontare la sua storia perché è preoccupata per le donne che attualmente vivono con R.Kelly.


Io non avevo nessuno che mi difendesse quando ho vissuto quell'esperienza, so come ci si sente. Lui ha fatto il lavaggio del cervello a quelle donne, è come Charles Manson.


DeRogatis sostiene di aver verificato il racconto di Jerhonda trovando precisi riscontri, compreso quello del pagamento effettuato da R.Kelly alla donna.
Un portavoce di R.Kelly ha dichiarato:


Le accuse contro il signor Kelly sono false, e sono rivolte a lui da persone disoneste, che vogliono danneggiare la sua carriera. Il signor Kelly torna a negare di aver tenuto comportamenti scorretti, e intraprenderà le opportune azioni legali contro questa diffamazione.

Nel suo primo articolo, DeRogatis riferiva di conversazioni con tre ex componenti della ristretta cerchia di conoscenze di R.Kelly, i quali gli anno raccontato che il rapper "tiene sotto controllo ogni aspetto della vita di quelle donne: decide cosa possono mangiare, come devono vestirsi, quando devono lavarsi, quando possono dormire, e quando devono avere con lui rapporti sessuali, che vengono filmati".
I genitori di due delle donne che attualmente vivono nella casa di R.Kelly hanno detto di non vedere le figlie da più di un anno.


Dopo la pubblicazione del primo articolo di DeRogatis, alcune date dell'After Party Tour di R.Kelly sono state annullate senza motivazioni ufficiali.

 

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.