Music Battle Tour: le selezioni nelle gallerie commerciali Klepierre, la finale europea a Milano

Music Battle Tour: le selezioni nelle gallerie commerciali Klepierre, la finale europea a Milano

Ci sono molte probabilità che non abbiate mai sentito parlare di Musical.ly. Ma se avete fratelli e sorelle, o figli, di età compresa fra i 12 e i 17 anni, ci sono moltissime probabilità che loro, invece, sappiano benissimo cos'è Musical.ly.
In sintesi: si tratta di un'applicazione che permette di realizzare mini-video di 15 secondi in cui si può inscenare una sorta di "karaoke muto", o di lyp-synch, come dicono gli anglosassoni, o insomma di "playback", come diciamo erroneamente noi: in altre parole, si può fingere di cantare una canzone muovendo le labbra in sincrono con le parole del testo. Naturalmente i video vengono poi condivisi con gli altri iscritti.
Detta così, sembra una sciocchezza; e invece (o forse proprio per questo…) Musical.ly è diventata un fenomeno che, al momento, coinvolge quasi cinque milioni di adolescenti (e preadolescenti) italiani; ma l'app creata nel 2014 a Shanghai da Luyu Yang e Alex Zhu, che ormai è cresciuta fino a diventare un social media, conta oggi oltre 200 milioni di utenti nel mondo.
E come altri social media, in primis YouTube, sta facendo nascere "dal basso" dei personaggi che diventano popolarissimi; se quelli di YouTube si chiamano Youtuber, quelli di Musical.ly si chiamano musers. Per dare un'idea delle dimensioni della faccenda, Ariel Martin, una diciassettenne della Florida del Sud, che su Musical.ly si fa chiamare Baby Ariel, vanta oggi più di venti milioni di followers.
Perché, vi starete domandando, Rockol parla di questo fenomeno che per certi versi - per molti versi - costituisce una degenerazione, almeno dal punto di vista artistico, dell'uso della musica e delle canzoni?
Perché, è la risposta - e infatti questo articolo è nella nostra sezione "Industria" - l'attività di Musical.ly genera introiti significativi per l'industria musicale, dato che l'app deve pagare sia le royalties fonomeccaniche, sia i diritti di sincronizzazione, e - come ci conferma Enzo Mazza, CEO di FIMI - ha stretto accordi economici con le major.
E comincia a generare diritti anche dalle sue declinazioni dal vivo, come i raduni di musers o, ancora di più, come il Music Battle Tour, una competizione a livello europeo che sta girando l'Italia dal maggio scorso, ospitata dalle gallerie commerciali del gruppo Klepierre, e che dopo cinque tappe a settembre (il 3 al Romagna Shopping Valley di Savignano Sul Rubicone, Forlì-Cesena; il 9 al Destriero di Vittuone, Milano; il 17 al Leone Di Lonato di Lonato, Brescia; il 19 al Porta Di Roma di Roma; e il 22 settembre alla Nave De Vero – Marghera, Venezia) si concluderà l'1 ottobre, domenica, a Milano, con la finale europea.

 

Music Biz Cafe, parla Enzo Mazza (FIMI)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.