Lollapalooza Berlin 2017 tra pochi giorni al via: cosa aspettarsi dagli headliner Mumford & Sons e Foo Fighters

Lollapalooza Berlin 2017 tra pochi giorni al via: cosa aspettarsi dagli headliner Mumford & Sons e Foo Fighters

Si aprirà tra poco meno di due settimane la terza edizione europea del Lollapalooza, che quest'anno verrà ospitata al Galopprennbahn Hoppegarten, nell'hinterland orientale di Berlino: tra le molte band in programma, come da copione, sono i due headliner a catalizzare l'attenzione del grande pubblico, che non mancherà di affollare il parterre del main stage per assistere alle loro esibizioni. Sabato 9, ad occupare lo slot più prestigioso sul palco principale, saranno i Mumford And Sons, mentre il giorno successivo, in occasione della chiusura della manifestazione, a tenere banco saranno i Foo Fighters. Cosa dovremo aspettarci dai due gruppi di punta del bill sul palco del festival che dal cuore dell'America ha deciso di aprire una filiale in quello dell'Europa?

Dopo il 9 settembre prossimo, non è dato sapere quando la band di Marcus Mumford si farà rivedere su un palco europeo: il tour del quartetto londinese proseguirà infatti alla volta degli Stati Uniti, per poi chiudere le attività dal vivo, per il 2017, in Islanda. Chi li ha visti dal vivo all'inizio dello scorso luglio a Milano lo sa: la "svolta rock" di “Wilder Mind” non ha affatto tolto energia e spontaneità ai Mumford and Sons, ma - anzi - ha aggiunto sfumature a uno spettacolo coinvolgente e mai uguale a sé stesso. Al di là del bilanciamento "interno" della setlist - dove, in genere, i capitoli dedicati all'ultima prova in studio e a "Babel" sono sempre ben distribuiti, senza dimenticare incursioni nel repertorio di "Sigh No More" - non è da escludere che il gruppo trovi altri modi per stupire: nel capoluogo lombardo, ad esempio, sul palco venne invitato a sorpresa Ludovico Einaudi, che Mumford e compagni incontrarono qualche mese prima in Finlandia. Niente di più facile, quindi, che per salutare l'Europa continentale la band di "I Will Wait" si sia tenuta nella manica qualche asso da calare al momento giusto.

Farà salire la febbre a temperature ancora più alte  il passaggio dei Foo Fighters sul palco dell'ippodromo di Hoppegarten: Dave Grohl e compagni, che quest'anno in Europa non sono stati eccessivamente prodighi di apparizioni - eccezion fatte per una manciata di date tra gli scorsi giugno e luglio, il passaggio al Lollapalooza Berlin sarà l'ultimo dell'Europa continentate prima di uno show a Londra e di un esteso tour negli USA che si concluderà a metà del prossimo mese di dicembre - pubblicheranno il loro nuovo album, "Concrete and Gold", appena cinque giorni dopo la loro epifania nell'ex città del Muro, e il gruppo, e soprattutto il loro leader, è lecito aspettarsi di tutto, ma proprio di tutto. Senza sperare in qualche estemporanea apparizione - come successo qualche giorno fa in Giappone, quando sul palco con Grohl e compagni fece la sua comparsa Rick Astley per una versione (ovviamente rock) di "Never Gonna Give You Up" - basta scorrere le setlist sciorinate da Foos nei tempi recenti per accorgersi come, dall'album di prossima pubblicazione, i brani più eseguiti dal vivo siano "Run", suonato per ben sedici volte nell'ultimo tour, "La Dee Da", eseguito nove volte, e "Sunday Rain", proposte in sei occasioni: se non proprio Paul McCartney, alla batteria in studio col gruppo per "Sunday Rain", perché non sperare che Alison Mosshart si palesi per prestare - come del resto ha già fatto in studio - la sua voce a "La Dee Da"?

Quando si parla dei Foo Fighters, tuttavia, è indispensabile evitare di ragionare per schemi, perché - chi lo conosce lo sa - la cifra principale della formazione guidata da Dave Grohl è la spontaneità. Quello di "Sonic Highways" non è il tipo di gruppo che medita e prepara gli show a tavolino, ma - piuttosto - agisce d'istinto, assecondando le sensazioni del momento. Quindi immaginate Grohl e i suoi aggirarsi in un backstage gomito a gomito con XX, Vaccines, Him, Michael Kiwanuka, Two Doors Cinema Club e tutti gli altri artisti presenti del bill del Lollapalooza Berlin 2017. Dato che coi Foo Fighters può succedere di tutto, conviene prepararsi a tutto...

Tutte le info del Festival le puoi trovare qui: https://www.lollapaloozade.com/en/
Per essere aggiornato sulle novità e tutti i dettagli segui la pagina Facebook in Italiano dedicata: https://www.facebook.com/lollapaloozaitalia/

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.