Radiohead e il concerto in Israele, parla Phil Selway: 'Ci è sembrata la cosa giusta da fare'

Radiohead e il concerto in Israele, parla Phil Selway: 'Ci è sembrata la cosa giusta da fare'

Il batterista dei Radiohead Phil Selway ha difeso, nel corso di un'intervista al New Musical Express, la decisione di esibirsi in Israele, scelta che rese la band di Oxford bersaglio di critiche da parte di numerosi e autorevoli esponenti del mondo dell'arte e della cultura britannico - tra gli altri, il registra Ken Loach  e l'ex Pink Floyd Roger Waters, coi quali il frontman Thom Yorke ebbe vivaci scambi di vedute al proposito.

Lo show presentato lo scorso 19 luglio al pubblico di Tel Aviv è stato decisamente più lungo rispetto alla media di quelli portati sui palchi dal gruppo britannico. Ma, assicura Selway, non c'è nessun retropensiero dietro a questo aspetto: "Credo che [la lunghezza extra] sia dovuta al fatto che sarebbe stato il nostro ultimo concerto per un po', davvero", ha spiegato il batterista, "Sembrava più che altro la festa per la fine del tour. Guardavo la scaletta e pensavo: 'Voglio suonare questa. E ancora questa. E ancora questa'".

Possibile che il gruppo si sia isolato, a livello nazionale e non solo, andando contro al suggerimento di realtà come Artists For Palestine UK, che auspicavano l'annullamento della data come parte di un boicottaggio per contrastare le scelte del governo israeliano riguardo soprattutto la questione palestinese? "Onestamente non saprei", ha risposto Selway: "In ogni caso non ci siamo basati su quello nel prendere la nostra decisione. Non abbiamo niente da aggiungere, di nuovo: [suonare in Israele] ci è sembrata la scelta giusta".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.