Roger Waters a Russia Today: 'Putin? Almeno è coerente'. E (ancora) sui Radiohead: 'Supportano il governo israeliano' - VIDEO

Roger Waters a Russia Today: 'Putin? Almeno è coerente'. E (ancora) sui Radiohead: 'Supportano il governo israeliano' - VIDEO

L'agenzia di stampa controllata dal Cremlino Russia Today ha reso disponibile sui propri canali social una lunga intervista a Roger Waters: l'ex Pink Floyd, nella chiacchierata con la reporter Anya Parampil, parla - come sua consuetudine - pochissimo di musica e moltissimo di politica.

"La Casa Bianca è un edificio diventato oggi un simbolo del distaccamente che, nel mondo occidentale, separa la politica da quella che era la sua funzione primaria, cioè organizzarsi per far crescere e prosperare la società civile e proteggere i diritti civili e legali dei cittadini", ha spiegato Waters: "La Casa Bianca oggi è l'emblema di un governo che sembra più impegnato a proteggere una ricca elite piuttosto che il paese".

"[Rispetto a Putin, Trump] è un buffone, che non ha ragione di essere. Non sa niente di niente. Putin sarà anche affamato di potere, ma almeno è coerente. Almeno riesce a formulare frasi di senso compiuto. Per lo meno si informa sulla situazioni politiche internazionali nelle quale il suo paese è coinvolto", ha proseguito l'artista: "Mai come dalla fine della Seconda Guerra Mondiale siamo prossimi ad un conflitto nucleare su scala globale, e [i giornali negli USA] di cosa parlano? Dei rapporti tra Trump e la Russia. (...) Perché questa ossessione per la Russia? Forse è l'unica cosa con un minimo di senso che Trump abbia mai fatto: potrebbe essere una buona idea parlare con la Russia".

Waters è poi tornato sulla ben nota polemica a distanza tenuta con il leader dei Radiohead Thom Yorke: "[Yorke] Si sbaglia quando dice di non voler supportare il governo israeliano pur suonando nel paese: i portavoce dello stesso governo si sono preoccupati di fare sapere quanto fossero eccitati per il concerto dei Radiohead, definendolo la cosa migliore che poteva capitare alla propria campagna di comunicazione. Varcando il confine [israeliano, i Radiohead] hanno pubblicamente dichiarato di approvare le politiche del governo del paese, checché che dicano loro, perché questo è quello che è stato riferito non solo in Israele, ma nel mondo intero".

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.