Ringo Starr, l'intervista di Rolling Stone per l'uscita del nuovo album "Give me love"

Ringo Starr, l'intervista di Rolling Stone per l'uscita del nuovo album "Give me love"

Uscirà il 5 settembre un nuovo album da solista di Ringo Starr, che come già anticipato si intitolerà "Give more love".
L'intervista integrale potete leggerla qui, in inglese; non ci troverete granché, perché o il giornalista, Andy Greene, non si è sforzato molto o Ringo non aveva voglia di rispondere. Ci troverete le solite cose: com'è andata che McCartney suona nel disco? "L'ho chiamato, gliel'ho chiesto, mi ha detto di sì, è venuto qui e già che c'era ha suonato anche in un'altra canzone"; che ruolo hai avuto nell'operazione di rilancio di 'Sgt Pepper's? "Quando hanno finito mi hanno mandato i CD e li ho ascoltati"; ci saranno edizioni Deluxe di altri album? "Spero che facciano l'Album Bianco e 'Abbey Road', e magari 'Revolver' e 'Rubber soul'".

Greene cerca di portare Ringo sulla questione Trump (e figuriamoci…), ma lui svicola:


"In 'Laughable', la canzone che hai scritto con Peter Frampton, canti. 'sarebbe da ridere se non fosse da piangere'. Alludi a Donald Trump?"


"Quella frase l'ha aggiunta Peter. Sai che io sto lontano dalla politica. Penso che possiamo occuparcene meglio fuori dalle canzoni".

L'unico spunto curioso riguarda "Electricity", in cui Ringo cita per nome Johnny Guitar, un componente di Rory Storm & the Hurricanes; che dà l'occasione all'ex Beatles per ribadire quanto peraltro ha già detto più volte, e cioè che non scriverà un'autobiografia sotto forma di libro ma la sta scrivendo a puntate nelle sue canzoni (ha cominciato in “Liverpool 8” con la canzone che intitolava il disco, ha proseguito in “Y not” con “The other side of Liverpool”, in "Ringo 2012" c'è “In Liverpool”, in "Postcards from Paradise" c'è "Rory and the Hurricanes", e in "Give more love" ci sarà "Electricity").

In attesa che esca il disco, e nella speranza che sia meno deludente degli ultimi due, apprendo almeno con soddisfazione, da questa intervvista, che Ringo aveva pensato di registrarlo a Nashville e farne un album di canzoni country&western (nel lontano 2000 recensendo "Y Not" scrissi: "Se io fossi il suo consulente, gli direi: amico, tu hai bisogno di buone canzoni, perché non hai mai avuto una gran voce e oggi i tuoi colleghi ti danno canzoni scadenti. Perché non pensi a fare una seconda puntata di “Beaucoups of blues”, quel tuo bel disco del 1970 con canzoni country & western?").
A questo giro, Ringo non è riuscito a incastrare il progetto nella sua affollata agenda di esibizioni con la All Starr Band - e infatti "Give more love" è stato registrato nel salotto di casa sua con il Pro-Tools.
Peccato, speriamo in una prossima occasione (ma ricordiamoci che Richie ha 77 anni suonati…).

(fz)

 

Dall'archivio di Rockol - festeggia il compleanno a Nizza con Joe Walsh
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.