Quella volta che Stiv Bators dei Dead Boys mostrò il culo ai Ramones

E' successo nel 1976...

È sempre difficile trovare un ingaggio, soprattutto se sei nell’America del 1976, non ancora pronta al punk, non proprio preparata alla new wave, sempre diffidente verso le novità. I Ramones stanno girando gli Stati Uniti e il Canada per una serie di concerti, indimenticabili per qualcuno, terribili per altri. A Boston, Toronto, Washington D.C. e Chicago è successa sempre la stessa cosa: alla prima pausa – che a Johnny serviva per cambiare la chitarra, a Joey per recuperare l’asta del microfono scagliata via in precedenza e a Dee Dee per regolare l’amplificatore – metà del pubblico presente in sala usciva schifato. A Rhode Island il proprietario del locale chiamò lo sceriffo per costringere i Ramones a tornare sul palco: avevano suonato solo venti minuti, ma quel tipo non sapeva che avevano suonato persino troppo a lungo per i loro standard.
A Youngstown, nell’Ohio, i Ramones chiesero indicazioni stradali a un tipo vestito come loro, che sembrava anche discretamente fuori di testa. Lui disse: “Seguitemi, ragazzi, vi guido io con la mia macchina”. Si mise alla guida della sua auto, con i Ramones a seguirlo nella loro. Quel tizio non era solo forte, andava anche forte. Il contachilometri segnava 140 all’ora. Fu a quella velocità che il tizio al volante tirò giù il finestrino e fece vedere il suo culo nudo ai Ramones.
Joey fu così colpito dalla follia di quel tizio che volle conoscerlo meglio: scoprì che cantava in un gruppo punk. Joey chiamò subito Hilly Kristal, proprietario del leggendario CBGB’s sulla Bowery: “Ho un gruppo che fa per te. Non so se sono bravi, ma il cantante è pazzo”.
Il cantante si chiamava Stiv Bators, il gruppo Dead Boys. Diventeranno clienti fissi del CBGB’s, Kristal divenne anche loro manager. Scriveranno insieme una bella pagina della storia punk. Senza aver mai fatto un provino. Era bastato tirare fuori il culo ai 140 all’ora.

 

Questo aneddoto è estratto dal libro "Rock bazar - volume secondo" di Massimo Cotto, edito da Vololibero Edizioni (344 pagine, 15,30 euro)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.