NEWS   |   Pop/Rock / 09/08/2017

Lemmy (Motorhead): il suo nome alla "creatura più crudele che abbia mai abitato la Terra"

Lemmy (Motorhead): il suo nome alla "creatura più crudele che abbia mai abitato la Terra"

Quando i paleologi del National History Museum si sono trovati a scegliere un nome per un ferocissimo coccodrillo marino che ha abitato la Terra nel periodo Giurassico, hanno pensato logico e doveroso rendere omaggio a Lemmy dei Motorhead, scomparso nel dicembre del 2015. Sicché la creatura preistorica è stata battezzata "Lemmysuchus".

Il Lemmysuchus, ovvero "coccodrillo Lemmy" ("soukhos" significa coccodrillo, in greco), era un predatore di circa sei metri di lunghezza, coperto da una robustissima armatura di squame, ed era una delle creature marine più letali della sua epoca, capace di masticare con le sue fauci il resistentissimo scudo delle tartarughe marine.
Per questo seminava il terrore sulle coste britanniche, più o meno 165 milioni di anni fa. Lo scheletro fossile di un Lemmysuchus era stato ritrovato durante degli scavi nei pressi di Peterborough nel 1909, ed è stato immagazzinato al Museo di Storia Naturale di Londra fino a poco tempo fa. Un recente riesame dello scheletro ha portato gli esperti alla convinzione che fosse una creatura diversa dagli altri coccodrilli di mare, e che per questa ragione fosse necessario assegnarle un nome.
La curatrice del Museo, Norma Steele, spiega:


Sono sempre stata una fan dell'heavy rock, i Motorhead sono uno dei miei gruppi preferiti, e aspettavo da tempo un'occasione così. Questo è il più feroce e il più crudele coccodrillo marino che sia mai esistito. Quindi è perfetto. Mi piace pensare che Lemmy si sarebbe bevuto una birra alla sua salute.

I coccodrilli marini, oggi estinti, erano un gruppo di animali dominanti nel Giurassico Medio. I teleosauri sono solo lontani parenti degli attuali coccodrilli, ed è stata Michela Johnson, una studentessa di paleologia dell'Università di Edimburgo, a rendersi conto che la classificazione originaria del fossile era stata sbagliata. La nuova catalogazione del Lemmysuchus è stata ufficializzata dallo Zoological Journal of the Linnean Society, ed ha ora una voce su Wikipedia.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi