Quella volta che Rod Stewart aiutò un ladro a rubargli la Porsche

Quella volta che Rod Stewart aiutò un ladro a rubargli la Porsche

Los Angeles, Sunset Boulevard, 1982. Sono le dieci del mattino.

Rod Stewart è proprietario di un palazzo disabitato che qualcuno vorrebbe affittare per trasformare in ristorante. Nel frattempo, Rod usa quel posto come magazzino. Arriva con la sua Porsche Carrera nera fiammante. A bordo c’è anche sua figlia Kimberley, che ha due anni. Rod parcheggia la Porsche e, mano nella mano a sua figlia, entra nel palazzo, lasciando socchiuso il portone d’ingresso. Poco dopo si materializza una figura. Ha in mano una pistola, che punta contro Rod e la bimba. È molto agitato, trema e suda. È chiaramente un dilettante, il che rende ancora più pericolosa la situazione. Un ladro professionista non sparerebbe mai, se non provocato; un ladruncolo sì, se gli saltano i nervi.
“Dammi le chiavi!”, urla. “Mettiti contro il muro e dammi le chiavi.”
Rod Stewart gli butta le chiavi e anche il portafoglio, per stare più tranquillo. Gli dice: “Vai, nessun problema. Vai e divertiti”.
Rod abbraccia la figlia e la tranquillizza, poi si accorge che qualcosa non torna. Fuori regna sovrano il silenzio. Impossibile. Perché non è ancora andato via con la macchina?
Un attimo dopo, il ladro torna nel palazzo dice, sempre più agitato: “Non riesco ad accenderla”.
Questa è la storia di quando Rod Stewart scese in strada ad aiutare il ladro che voleva rubargli la macchina a metterla in moto.

 

Questo aneddoto è estratto dal libro "Rock bazar - volume secondo" di Massimo Cotto, edito da Vololibero Edizioni (344 pagine, 15,30 euro)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.