Mush - la recensione di "Mush"

Mush - la recensione di "Mush"

Ex membri dei Kaleiodoscopic, band uscita nel 2013 con l’album “Onironauta”, i Mush, al secolo Francesco Magrini (basso, voce), Marco Ciardo (chitarra, voce) Francesco Mazzi (batteria), si formano nel settembre 2015 e cominciano quasi immediatamente ad arrangiare materiale in sala prove. Il tutto porta alla definizione del sound della band e ai dieci pezzi che compongono il primo omonimo disco, “Mush”, prodotto insieme ad Andrea Marmorini è caratterizzato da sonorità taglienti e incisive, da ritmiche serrate e chitarre nervose, che strizzano l’occhio tanto al post punk d’oltreoceano quanto all’emocore italiano vecchia scuola. Tutto ciò acquisisce ancor più vigore grazie alla miscela di prese analogiche effettuate e sperimentate durante le registrazioni. “Mush” è stato registrato tra agosto e settembre 2016 da Andrea Marmorini al Vacuum studio di Bologna e mixato insieme ad Enrico Zoi ad ottobre 2016 all'A pezzi studio e infine masterizzato a novembre 2016 da Andrea Suriani allo studio Alpha Death di Bologna.

Mush è nato dopo un periodo difficile, qualche mese prima avevamo deciso di sciogliere i Kaleidoscopic (progetto precedente dove suonavamo) e ci siamo trovati in una situazione poco chiara, con un futuro incerto davanti. Non abbiamo mollato e ci siamo spinti a suonare cose differenti, sonorità più veloci e melodiche che ci accomunavano; il processo di scrittura è stato molto veloce perché le idee abbondavano...

 

Leggi la recensione completa di "MUSH" cliccando qui

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.