Ricordando Guido Elmi: da 'Colpa d'Alfredo' a Modena Park, quarant'anni al fianco di Vasco

Ricordando Guido Elmi: da 'Colpa d'Alfredo' a Modena Park, quarant'anni al fianco di Vasco

Nato a Bologna nell'ottobre del 1948, Guido Elmi - il produttore è scomparso oggi all'età di 69 anni - cominciò a collaborare con Vasco Rossi nel 1978: fu Maurizio Solieri a presentare al cantautore Elmi, che aveva già cominciato a farsi conoscere dalla scena bolognese come percussionista e chitarrista. Il primo album di Rossi in cui Elmi suonò (percussioni e chitarra) fu "Colpa d'Alfredo" del 1980: e fu proprio di Elmi l'intuizione di mettere a disposizione di Vasco una band stabile, quella che sarebbe poi diventata la Steve Rogers Band (Steve Rogers era lo pseudonimo utilizzato da Guido Elmi). "Volevo che a fianco del mio nome ci fosse una band con un nome proprio, come Bruce Springsteen e la sua E Street Band. Per cui erano nati loro, la Steve Rogers Band. Il nome se l’era inventato Guido, perché faceva sempre questo gioco che rispondeva al telefono dicendo: 'Sì, qui è Steve Rogers'", ricorda Rossi nel libro "Vasco - Da rocker a rockstar".

La formazione originale era composta dal bassista Andrea Righi (al quale nel 1984 sarebbe subentrato Claudio Golinelli), il batterista Roberto Casini (sostituito nel 1984 da Daniele Tedeschi), il tastierista Domenico Camporeale e i chitarristi Massimo Riva e Maurizio Solieri.
Già nel 1981 il gruppo cominciò a farsi conoscere al di là della collaborazione con Vasco: quell'anno uscì infatti il primo 45 giri della Steve Rogers Band, "Neve nera/Prendi e scappa": le canzoni erano scritte da Maurizio Solieri per quanto riguarda la musica e da Vasco Rossi per quanto riguarda i testi. Nel 1986 sarebbe arrivato il primo album del gruppo, "I duri non ballano". Ciò nonostante, la band continuò ad entrare in studio con Vasco e ad accompagnarlo in tour: così fino a "C'è chi dice no" del 1987. Chiusa la promozione del disco, infatti, la Steve Rogers Band, con l'aiuto proprio di Elmi, cominciò a staccarsi da Vasco e a dedicarsi alla sua carriera: nel 1988 pubblicò il secondo disco "Alzati la gonna". Nel 1989 arrivò il terzo lavoro, dal titolo eponimo, e nel 1990 il quarto album, "Sono donne". Abbandonato dai suoi musicisti, nel 1989 Vasco pubblicò "Liberi liberi", il primo album realizzato senza il supporto di Guido Elmi da quando i due cominciarono a collaborare per "Colpa d'Alfredo".

Elmi tornò a lavorare con il rocker di Zocca nel 1993, per le lavorazioni di "Gli spari sopra": la collaborazione tra i due non si sarebbe più interrotta (con la sola eccezione di "Canzoni per me" del 1998 e "L'altra metà del cielo" del 2012, album videro entrare in cabina di produzione Celso Valli). Nel corso della sua carriera, il produttore ha lavorato anche con - tra gli altri - Alberto Fortis e Skiantos.

Guido Elmi ha fatto in tempo a partecipare alla festa per i quarant'anni di carriera di Vasco: sul palco di Modena Park - nei panni di produttore artistico del concerto-evento - c'era anche lui.

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.